ROMA

Roma, il piano di Salvini per conquistare il Campidoglio con l'aiuto di Casapound

Giovedì 17 Ottobre 2019
7
Ajello su il piano Salvini su Roma e il Lazio Sabato a Roma, nella manifestazione di Salvini contro il governo e contro la Raggi, ci sarà anche CasaPound. Un particolare che svela molto. CasaPound nella Capitale vale l’1,5 per cento. Il movimento ha di recente rinunciato al suo status politico, annunciando che non si candiderà più con il suo simbolo in nessuna competizione elettorale perché ritiene più produttivo dialogare “con tutte le forze che si oppongono alle follie globaliste e hanno a cuore i destini della nazione”.

A San Giovanni ci saranno pure loro, senza bandiere ma con il chiaro intento di sostenere le ambizioni di Salvini contro la sindaca che (oltretutto) minaccia di sfrattarli. Serve tutto, anche i voti dei “fascisti del terzo millennio” per il piano di Salvini. Il leader della Lega e il centrodestra hanno in mente un progetto per prendersi Roma e il Lazio. Lo schema di gioco parrebbe essere questo. A Fratelli d’Italia dovrebbe andare la candidatura per il dopo-Zingaretti; alla Lega quella per il dopo-Raggi. A Roma, nel 2016 la lista “Noi Con Salvini” si era fermata al 2,7. Stavolta quando si voterà “faremo il pienone”, assicura Salvini. Ma il candidato o la candidata, per succedere alla Raggi, il capo leghista ancora non ce l’ha.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma