Renzi elogia Craxi: «Un gigante rispetto ai politici di oggi. Aveva capito i rischi della tecnocrazia europea»

Mercoledì 15 Gennaio 2020 di Mario Ajello
Matteo Renzi fa una grande rivalutazione di Craxi. La fa in tivvù: “Rispetto ai politici di oggi, dico che Craxi era un gigante". E ancora: “Non appartiene al mio pantheon perché la mia è un’altra tradizione, non quella socialista. Ma lui è stato un grande politico. Aveva capito in anticipo molte cose. Penso a ciò che diceva sull’Europa”. Renzi cita un discorso di Craxi del luglio 1992. E commenta: “Prima di altri aveva avvertito: occhio che con queste regole di Maastricht ci consegnamo alla tecnocrazia. Aveva capito insomma che, con una certa concezione dell’Europa, l’Europa rischiava di consegnarsi a una sconfitta”.

Craxi, il fotografo personale smentisce il film: «Lo scatto in ospedale? Ci fu, me lo chiese lui»


Ultimo aggiornamento: 13:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani