Regionali Umbria, accordo Pd-M5S: il candidato è Vincenzo Bianconi (Federalberghi)

Domenica 22 Settembre 2019
2
Regionali Umbria, si candida Vincenzo Bianconi (Federalberghi)

Trovato l'accordo M5S-Pd sul candidato civico alle Regionali in Umbria: sarà Vincenzo Bianconi, presidente di Federalberghi Umbria. «Una bella e forte candidatura», ha scritto su Twitter Nicola Zingaretti, mentre Di Maio su facebook ha confermato l'intesa definendo Bianconi «una persona super competente».

Leggi anche:-> Regionali Umbria, Di Maolo verso il no a M5S-Pd. Fora su Fb: «Ha rinunciato»
Leggi anche:-> Zingaretti: «Regionali, con M5S decideremo caso per caso»

Leggi anche: -> Regionali in Umbria, chi è Vincenzio Bianconi candidato Pd-M5S


«Sono Vincenzo Bianconi imprenditore umbro di Norcia, come tanti sono innamorato della mia terra. È ora di ricostruire il futuro dell'Umbria perché è una regione straordinaria e civile che ha bisogno di fortissimi cambiamenti». Con queste parole Vincenzo Bianconi ha accolto l'invito a candidarsi alle prossime elezioni regionali. 
«Invito che - spiega - tante forze civiche, associative e politiche mi hanno rivolto». «Ogni giorno con la schiena dritta, con determinazione e passione, cerco di migliorare le cose che mi circondano. Non mi sono mai tirato indietro dinnanzi alle sfide che la vita mi ha posto. Ed è per questo che ho deciso di accogliere l'invito a candidarmi a Presidente della Regione Umbria, invito che tante forze civiche, associative e politiche mi hanno rivolto». Per Bianconi, «è ora di ricostruire il futuro dell'Umbria, perché la nostra è una Regione straordinaria e civile che ha bisogno, però, di fortissimi cambiamenti: per l'Ambiente ed il Lavoro, per le Imprese, per il Paesaggio e la Cultura, per l'Università, la Sanità e la Ricerca, per le Infrastrutture ed i Trasporti, per la Sicurezza e la Legalità. Mi sono battuto per queste cose da cittadino e da imprenditore. Ora voglio dare il mio contributo in modo diverso, in una coalizione civica, sociale e politica. Possiamo finalmente reagire con nuove idee e forti investimenti. Come imprenditore ho sempre lavorato per rendere l'Umbria una regione più libera, bella e pulita, una terra migliore per noi e per i nostri figli. Vi chiedo una mano, perché insieme possiamo farcela».

 


«​Grazie a Vincenzo Bianconi per la sua scelta - ha subito twittato il segretario del Pd, Nicola Zingaretti - Una bella e forte candidatura. Sarà il candidato dell'Umbria, una terra meravigliosa. L'Umbria che non si arrende e che combatte per il suo futuro». A margine della Festa dell'Unità a Bologna, il segretario del Pd ha replicato così a chi gli chiedeva se quella in Umbria con il Movimento 5 Stelle per la scelta di Vincenzo Bianconi fosse stata una trattativa complicata:  «No anzi. Io credo che stia sempre più crescendo il rispetto e il riconoscimento delle ragioni dell'altro. E questo - ha concluso - era uno dei presupposti più importanti per archiviare una stagione, invece, fatta di liti continui, di sgambetti, di contrapposizioni».

In vista delle prossime elezioni regionali, l'Emilia-Romagna «la vedo molto bene perché qua c'è una fortissima e positiva esperienza di governo ed è una esperienza di governo a cui l'Italia guarda perché sono stati anni difficili per tutti ma qua si è resistito di più e si è resistito meglio», ha proseguito. Quanto all'ipotesi di alleanze, ha replicato a chi gli chiedeva un commento in merito, «ora, come ho sempre detto, regione per regione bisognerà verificare le condizioni senza catapultare da Roma nessun modello precostituito perché la forza alle elezioni nasce nelle strade, nelle piazze, nei comuni e nelle realtà di ogni territorio». Quindi, ha evidenziato ancora riferendosi alla scelta di Vincenzo Bianconi, «In Umbria si è partiti da posizioni distanti e sta finendo così: vedremo regione per regione, rispettando i territori e rispettando le storie come deve essere giusto».

Luigi Di Maio su facebook: Vincenzo Bianconi è «una persona super competente, che non si arrende mai, che conosce e ama l'Umbria. L'Umbria può ripartire da Vincenzo, da quei luoghi che sono stati tremendamente segnati dalle tragedie del terremoto. Noi ci siamo e lo sosterremo con lealtà in campagna elettorale e poi in Giunta e consiglio regionale sui punti del programma. Quella che inizia oggi è una nuova sfida, una nuova avventura. Il nostro obbiettivo è quello di fare gli interessi dei cittadini». «Bianconi, 47 anni, presidente umbro di Federalberghi e soprattutto imprenditore nel settore della ricezione turistica di Norcia. Ha vinto premi internazionali straordinari arrivando là dove pochi riescono a livello mondiale. Vincenzo è un marito ed è papà di due figli, è laureato in Economia del Turismo all'Università degli Studi di Perugia. Tra le cariche che ricopre attualmente c'è quella di Vicepresidente del Distretto Biologico di Norcia, quella di Presidente Associazione I Love Norcia e quella di Presidente Delegazione Italiana Relais & Chateaux. Vincenzo è un simbolo dell'Umbria intera, di una comunità che è stata tragicamente e ripetutamente ferita dai terremoti del 2016, ma che non si è lasciata prendere dallo sconforto e si è rimboccata subito le maniche. Una persona che non ha mai chinato la testa di fronte alle difficoltà e che si è messa sempre a disposizione della sua gente», scrive Di Maio.

«Un uomo risoluto e tenace - sostiene Di Maio - che seppur nelle difficoltà non ha mai perso la determinazione e il coraggio per consentire ai cittadini umbri di risorgere. La persona giusta per ricucire quel rapporto di fiducia tra istituzioni e cittadini che in Umbria, dopo lo scandalo sulla sanità, oramai sembra perso. Vincenzo metterà al centro l'ambiente e lo sviluppo sostenibile, è conosciuto come promotore di iniziative innovative quali 'Hotel rifiuti zero. Chi lo conosce sa che è un uomo di cui ci si può fidare e chi ancora non lo conosce, avrà presto modo di farlo. Ho conosciuto personalmente Vincenzo due anni fa quando, grazie al taglio degli stipendi dei nostri consiglieri regionali, Liberati e Carbonari, donammo un fuoristrada per usi sanitari alle comunità di Norcia, Cascia e Preci, colpite dal terremoto del 2016. Vincenzo era uno di quelli che si dava da fare per ricostruire il più in fretta possibile mettendo a disposizione la sua generosità e le sue competenze», racconta Di Maio che conclude con un «grazie alla sindaca di Assisi Stefania Proietti che con grande responsabilità ha consentito di arrivare a questa soluzione».

Renzi: «Italia Viva non si presenterà in Umbria»
Gli amministratori arriveranno nel giugno 2020, faremo il big bang 2» ma «se c'è una cosa che mi dà tranquillità è non parlare delle realtà amministrative locali. Italia Viva non si presenterà né in Umbria, né in Emilia, né in Toscana. Italia Viva non è un partito come gli altri che si deve presentare dappertutto». Lo ha detto il senatore Matteo Renzi, leader della sua nuova formazione politica Italia Viva, a Firenze parlando coi cronisti dopo aver partecipato a un evento della Stanford University in Italia nel Salone dei 500 di Palazzo Vecchio.
 

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 11:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma