REDDITO DI CITTADINANZA

Tria: «Rispetteremo le regole Ue, nessun ostacolo all'accordo»

Martedì 25 Giugno 2019
Tria: «Rispetteremo le regole Ue, nessun ostacolo all'accordo»

Reddito di cittadinanza e quota 100, interviene nuovamente il ministro Giovanni Tria. «Adesso stiamo vedendo in che modo dimostrare alla Commissione europea che questi risparmi esistono». Così il titolare dell'Economia, anche in riferimento al reddito di cittadinanza e a quota 100,  ad un seminario economico organizzato dall'Università di Tor Vergata a Villa Mondragone a Frascati. «I dati del primo semestre e le previsioni del secondo ci dicono che la spesa sarà sostanzialmente inferiore», spiega. 

LEGGI ANCHE: Reddito di cittadinanza, chiamata per 120 mila famiglie: c’è il rischio sanzioni

«In questo assestamento possiamo registrare, dopo il controllo della Corte dei conti, come la nostra politica di bilancio molto prudente ci sta portando in modo naturale entro livelli di sicurezza del deficit e non c'è bisogno di tagliare nulla dei programmi di spesa già approvati».

Nel ricordare che la legge di assestamento si approva per legge entro il 30 giugno, Tria ha sottolineato che il calo del deficit è legato al fatto che «stanno andando meglio le entrate e ci sono minori uscite in base ai programmi di spesa approvati». I programmi di spesa, prosegue, «vengono fatti in base a previsioni di spesa che questo governo ha fatto in modo molto prudente.Spesso si approvano leggi con previsioni di spesa inferiore a quello che sarà, noi abbiamo fatto un pò il contrario».

Ultimo aggiornamento: 26 Giugno, 10:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vita spericolata di una mamma quando i figli sono in vacanza

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma