Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Piscine al chiuso, aperture solo da luglio: divieti e nuove regole, ecco le novità. Il Lazio verso l'anticipo

Piscine al chiuso, aperture da luglio: divieti e nuove regole, ecco le novità
di Diodato Pirone
3 Minuti di Lettura
Venerdì 28 Maggio 2021, 11:50 - Ultimo aggiornamento: 30 Maggio, 17:50

La data fissata per le riaperture delle piscine al chiuso è il primo luglio. Gli appassionati del settore ne soffrono moltissimo da quando è scoppiata la pandemia di Covid, ma finora il Comitato tecnico scientifico è stato irremovibile. L'unica carta concreta che potrebbe sbloccare la situazione è quella della fascia bianca ovvero delle regioni dove il virus circola pochissimo e comunque si registrano meno di 50 casi di contagio su 100.000 abitanti. Com'è noto da lunedì dovrebbero finire in questo fascia le prime tre regioni: Friuli, Sardegna e Molise. Per il Lazio si parla del 14 giugno poiché per centrare la zona bianca ogni Regione deve rimanere per tre settimane sotto la soglia dei casi.

 

Non è ancora chiaro quali riaperture potranno essere anticipate in fascia bianca. E' possibile che una risposta per le piscine alchiuso arrivi in giornata?

Per il momento dunque non resta che aspettare. Ma anche quando riapriranno nelle piscine al chiuso bisognerà rispettare regola severe. Sicuramente l'accesso non sarà illimitato e probabilmente bisognerà rispettare una distanza fra le persone pari ad alcuni metri quadri. Quanti? Meglio aspettare le regole ufficiali che riportare cifre a casaccio.

Zona bianca, cosa cambia: mascherine, ristoranti e bar al chiuso e coprifuoco. Tutte le regole

Per il momento vige anche la regola del divieto di fare la doccia. Che però parecchi medici ritengono ingiustificata.

C'è molta polemica sulla ritardata riaperture delle piscine alchiuso poiché in queste strutture si usa il cloro che automaticamente ammazza virus e batteri. Secondo il Comitato tecnico scientifico però il problema non risiede nell'acqua - disinfettata - ma nell'aria. I vapori tipici di una piscina al chiuso unito allo sforzo fisico di chi vi si allena potrebbero far circolare il virus nell'aria sovrastante la piscina e nell'intero ambiente determinando la formazione di un piccolo focolaio. Di qui la scelta della prudenza almeno fino a quando la campagna vaccinale non determinerà una protezione assai diffusa. 

Zona bianca in Sardegna, Friuli e Molise da lunedì. Dal 7 giugno altre 4 Regioni, ecco quali. Figliuolo: «Vaccini in discoteca»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA