Ue, parlamentare di sinistra lascia il gruppo per il passato neo-nazi: «L'avevo fatto per amore»

Ue, parlamentare di sinistra lascia il gruppo per il passato neo-nazi: «L'avevo fatto per amore»
di Giampiero Valenza
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Gennaio 2020, 18:39

Era diventato neo-nazista per amore. Questa la giustificazione che l'europarlamentare Martin Buschmann, di 49 anni, ha dato dopo che è emersa questa sua parentesi di vita prima di iscriversi al gruppo di estrema sinistra al Parlamento europeo. Componente del Partito per la protezione animali, ha ammesso che 25 anni fa si era unito al Partito nazionaldemocratico tedesco (l'Npd) perché "si era innamorato di una donna". 

La notizia è stata rilanciata da un giornale locale della periferia di Amburgo, dove è cresciuto Buschmann. Il settimanale Kreiszeitung-Wochenblatt riporta di come l'europarlamentare sia stato membro dell'Npd dal 1992 al 1996. E' entrato poi a Bruxelles a far parte della formazione di Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica (Gue/Ngl) dopo la sua esperienza nel Partito per la protezione degli animali del 2009. 
  
Su Facebook ha raccontato che l'Npd agiva "come una setta". "Una volta che sei giovane - ha spiegato - è difficile resistere alle dinamiche di gruppo", raccontando di essere ormai sposato da quasi sette anni con una donna d'origine asiatica. "Ho lavorato in aziende internazionali e ho viaggiato per il mondo. Sono quindi circondato da un ambiente multiculturale, vivo e amo la nostra società aperta e democratica, per la quale mi impegnerò con forza", ha aggiunto.

Buschmann ha detto che ha fatto questa scelta di lasciare la sinistra per "proteggere il gruppo" da eventuali danni che ne sarebbero derivati, e che essere un "deputato indipendente", "significa" per lui "più libertà e anche più tempo" per concentrarsi "sui temi fondamentali come i diritti degli animali, l'ambiente e i diritti umani".  


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA