Orban, prosegue il tour romano: oggi vede Berlusconi e Salvini

Martedì 4 Febbraio 2020 di Mario Ajello
Il leader ungherese Viktor Orban con Giuseppe Conte
Il giro delle sette, anzi tre, chiese romane di Viktor Orban. Prima il leader sovranista ungherese è stato da Giorgia Meloni, ieri sera, ma oggi incontra gli altri due pezzi grossi del centrodestra italiano. È equanime ed ecumenico, uno po’ a te, un po’ a te e un po’ a te, Orban nel distribuirsi tra Meloni, Berlusconi e Salvini durante il suo tour romano. Giorgia ora è volata a Washington per la kermesse della destra americana a cui è stata invitata e questo viaggio Oltreoceano, e un altro ne seguirà a fine mese sempre con photo opportunity con Trump, contribuirà a trasformare l’immagine della leader di Fratelli d’Italia in un potenziale primo ministro alternativo a Salvini. Tra Giorgia e Matteo, Orban non fa preferenze, tantomeno snobba Berlusconi.

L'Ungheria contro il calo demografico: dal 1° febbraio procreazione assistita gratuita in cliniche di Stato

Oggi incontrerà Silvio a pranzo (nel menù, le solite pennette tricolori di Palazzo Grazioli) e il vecchio amico Antonio T
Tajani collega di gruppo nel Ppe. Il Cavaliere al leader ungherese consiglierà di non fare sciocchezze e di resistere nella famiglia  dei popolari, perché italiani, francesi e spagnoli si batteranno per impedire l'espulsione di Fedesz. In giornata è previsto il colloquio privato con Salvini che, diversamente da Fratelli d’Italia e da Forza Italia, non ha una forte rete internazionale su cui contare (è con la Le Pen e tutti gli estremisti anti-Ue nel gruppo Identità e nazione).  È curioso che i tre partiti di centrodestra, alleati in Italia, procedano così sparpagliati in Europa. Ma è una riprova delle loro diversità e delle loro  - specie tra FdI e Fi -  rivalità. Ultimo aggiornamento: 12:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA