Risultati Referendum costituzionali in tempo reale: avanti il SI'con il 70%, No fermo al 30%. Ok al taglio dei parlamentari

Lunedì 21 Settembre 2020 di Marco Esposito
Referendum costituzionale 2020, i risultati in diretta: exit poll e spoglio delle schede

Referendum costituzionale 2020, risultato degli exit poll e spoglio delle schede in diretta. Su Leggo.it sarà possibile seguire la diretta dello spoglio delle schede elettorali del referendum confermativo della riforma costituzionale che "taglia" il numero dei parlamentari. Le urne, che sono aperte da domenica mattina alle 7, si chiuderanno alle ore 15 e subito dopo saranno resi noti i primi exit poll. Subito dopo inizierà lo spoglio delle schede e quindi dei voti reali. Ricordiamo che il referendum confermativo non richiede alcun quorum per essere valido. 

Leggi anche > Elezioni Regionali 2020, i risultati in diretta: exit poll e spoglio delle schede elettorali.
 

RISULTATI REFERENDUM COSTITUZIONALE 2020   

Ormai il risultato del referendum Costituzionale è definitivo anche nei dati reali. Quando sono state scrutinate 59.951 sezioni su 61.622. A questo momento il Si è al 69,55%, il No al 30,45

16.38 Nuova proiezione rai sul Referendum costituzionale

16.32 Luigi Di Maio esulta su Facebook: «Quello raggiunto oggi è un risultato storico. Torniamo ad avere un Parlamento normale, con 345 poltrone e privilegi in meno. È la politica che dà un segnale ai cittadini. Senza il MoVimento 5 Stelle tutto questo non sarebbe mai successo».

16.13 Sembra procedere spedito lo spoglio dei voti relativi al referendum costituzionale sul taglio al numero dei
parlamentari. I risultati ufficiali del Viminale, riferiti a 3.000 sezioni sulle 61.622 totali, vede il Sì al 69,66% e il No al 30,34%

15.45 Prima proiezione Rai sul risultato del Referendum costituzionale 2020


15.45 Secondo il secondo exit-poll del ConsorzioOpinio Italia per Rai al Referendum Costituzionale il sì è al 62-66% e il no è al 34-38%, con una copertura del campione del 100%.

Ecco il risultato del primo exit poll rai

L'affluenza provvisoria al voto per il referendum costituzionale è stata del 51,75% alla chiusura dei seggi,  quando sono arrivati i dati di oltre 3 mila comuni su 7.900. I dati si evincono dal sito del Viminale

INSTANT POLL SKY TG24, LIGURIA SÌ AL 65-69%, NO AL 31-35% EXIT POLL RAI: Secondo il primo exit-poll del Consorzio Opinio Italia per Rai al Referendum Costituzionale il sì è al 60-64% e il no è al 36-40% con una copertura del campione dell'80%

14.45 Ci siamo quasi. Tra poco gli attesi Exit Poll

14.31 Alle 15 si chiudono le urne anche per le elezioni regionali. Ecco dove potete seguire i risultati in diretta


14.12 In rete circolano alcuni sondaggi "in house" e pseudo rumors, ai quali è bene non dare retta

13.20 Chiuse le urne alle 15, si passerà allo spoglio delle schede del referendum, di cui avremo quindi "subito" i risultati ufficiali. 

13.00 Due ore precise alla chiusura dei seggi. L'affluenza a ieri sera, comunque, era considerata soddisfacente. La proiezione porta il totale complessivo di votanti oltre il 50%.

Ore 12.40: Sono le ultime ore per votare. Alle 15 si chiudono i seggi.

 

REFERENDUM COSTITUZIONALE 2020 IL QUESITO 

«Approvate il testo della legge costituzionale concernente"Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?»

 

REFERENDUM COSTITUZIONALE 2020 PERCHE' VOTARE SI 

Con la vittoria del Si al referendum costituzionale si avrà una riduzione ci circa un terzo del numero dei parlamentari, con la modifica degli articoli 56 e 57 della Costituzione. È quindi una sorta di taglio lineare che non va a incidere sulle funzioni del singolo parlamentare, sul suo stipendio o sulle funzioni dei due rami del Parlamento. Nello specifico il numero dei deputati passa dagli attuali 630 a 400, quello dei senatori eletti da 315 a 200. Con la riforma cambia anche il numero dei deputati eletti all'estero: si passa dagli attuali 12 deputati a 8 dai 6 senatori di oggi a 4. Secondo i sostenitori del Si il taglio dei parlamentari porterebbe ad un risparmio importante da un punto di vista economico. Si parla di un risparmio annuo di circa 50 milioni alla Camera e di 30 milioni al Senato.
I promotori del Referendum inoltre sottolineano come una riduzione del numero dei parlamentari faccia metterebbe le nostre istituzioni in linea con il resto d'Europa. 

REFERENDUM COSTITUZIONALE 2020 PERCHE' VOTARE NO
Secondo l'osservatorio di Carlo Cottarelli il risparmio sul taglio dei parlamentari andrebbe quantificato su cifre nette, e non lorde, evitando quindi di considerare i soldi che rientrerebbero grazie alle tasse. Ecco cosa scrive: 

Il risparmio lordo annuo che si otterrebbe riducendo il numero di parlamentari di 345 unità ammonta quindi a 53 milioni per le casse della Camera e a 29 milioni per quelle del Senato, per un totale di 82 milioni. Il risparmio sull’intera legislatura (410 milioni) si avvicinerebbe, ma sarebbe comunque inferiore, a quanto dichiarato dagli esponenti del M5S. Tuttavia, il vero risparmio per lo Stato deve essere calcolato al netto e non al lordo delle imposte e dei contributi pagati dai parlamentari allo Stato stesso. Considerando un’indennità netta di 5 mila euro mensili per ciascun parlamentare (a cui sommare tutti i rimborsi esentasse), il risparmio annuo che si otterrebbe con la riforma in questione si riduce a 37 milioni per la Camera e a 20 milioni per il Senato. Il risparmio netto complessivo sarebbe quindi pari a 57 milioni all’anno e a 285 milioni a legislatura

Inoltre i sostenitori del No etichettano la proposta di modifica costituzionale come uno "Spot", un vero e proprio atto populista, che non porterebbe alcun beneficio al funzionamento del Parlamento, andandone anzi ad intaccare la rappresentanza con un numero inferiore di deputati e senatori. 

Ultimo aggiornamento: 20:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA