M5S

Movimento 5 stelle: il caos è su tutto

Lunedì 21 Ottobre 2019 di Mario Ajello
Movivento 5 stelle: il caos è su tutto
Nei 5 stelle il caos è su tutto. E nelle chat dei parlamentari c’è la rappresentazione delle divisioni interne e della difficile ricerca si una  bussola. Per descrivere lo stato di smarrimento di questi ultimi giorni e la difficoltà di incidere sulla linea comunicativa, Luigi Gallo, fedelissimo del presidente della Camera Roberto Fico, ricorre a una metafora a metà tra l'horror e la religione. "Beppe Grillo - scrive Gallo in una chat  - a Italia 5 Stelle ha detto di smetterla con palloncini e striscioni, con le poltrone tagliate, ma evidentemente abbiamo un M5S che è posseduto, non risponde al gruppo parlamentare, al direttivo, al suo fondatore, ci vuole solo un esorcismo".


Per tutta la giornata si rincorrono voci di una riunione convocata proprio per fare il punto sulla gestione di questa delicata fase politica da parte della comunicazione e che puntualmente si preannuncia infuocata. Sulla carta si tratterebbe della solita riunione del lunedì sui provvedimenti d'Aula ma qualcuno ha voluto allargare il 'perimetro' della discussione coinvolgendo anche la comunicazione.

Dice la sua, sempre in chat, anche il deputato Gabriele Lorenzoni: "La comunicazione, ragazzi, risponde al capo politico... non prendetevela con i poveri ragazzi della comunicazione". E aggiunge: "Vi ricordate quando nel 2014 venivano fatti i post in Caps Lock dalla pagina di Beppe Grillo... con quella comunicazione lì Renzi è andato al 42 per cento. Andrea Colletti, che nella passata legislatura è stato anche presidente del gruppo, osserva: "Da contratto nostro la comunicazione non dipende dal direttivo ma se il direttivo vuole licenziare la comunicazione lo può ovviamente fare".

Francesco Silvestri - che insieme a Raffaele Trano è in corsa come futuro capogruppo a Montecitorio - espone la sua 'ricetta' per "incidere davvero" sulla comunicazione. "Devono esserci dei momenti in cui si confronti sulle posizioni, sulle tematiche di attualità e di Aula e dia indirizzo a social e comunicazione. Secondo me lavoreranno meglio anche loro così", perché, ragiona il deputato romano, "quando un gruppo numeroso di deputati che si è prima confrontato arriva a dare indirizzi chiari, contratti o non contratti, magari le cose migliorano". Ultimo aggiornamento: 18:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma