GIUSEPPE CONTE

Migranti, Conte: «Su Gregoretti sinora manca prova del mio coinvolgimento»

Sabato 28 Dicembre 2019
Migranti, Conte: «Su Gregoretti sinora manca prova su mio coinvolgimento»

Il premier Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa di fine anno, ha affrontato, tra le altre cose, il delicato tema dei migranti e il caso della nave Gregoretti, che riguarda da vicino l'ex Ministro dell'Interno Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona. «Sto completando le verifiche sulla Gregoretti, ovviamente non mi occupo di un dossier alla volta. Con massimo scrupolo farò le mie verifiche: ho già fatto quelle sui messaggi sul cellulare, ora lo farò sulle e-mail. Sicuramente c'è stato coinvolgimento della presidenza sulla ricollocazione. Non ho avuto ancora alcun riscontro sullo sbarco, ma non ho ancora sciolto la riserva. Se troverò un frammento sarò il primo a dirlo», ha detto Conte rispondendo alle domande dei giornalisti. 

Leggi anche Migranti, Viminale: sbarchi dimezzati nel 2019, -90% rispetto al 2017
 

 

Il presidente del Consiglio ha poi citato alcuni dati e smentito la cosidetta politica dei "porti chiusi": «Da settembre sono 98 i migranti ricollocati ogni mese». Sono i numeri citati da Conte. «Il problema non è porto aperto o porto chiuso. Diciamolo francamente al di là della propaganda: i nostri porti non sono mai stati chiusi, la differenza era tenere» i migranti «più o meno giorni in mare», ha poi concluso il premier.
 

 

Ultimo aggiornamento: 13:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma