Meloni: «Da Bankitalia sulla manovra nessuna critica sostanziale. Pnrr? Condivido parole di Mattarella, governo al lavoro»

Il premier ha parlato con la stampa al termine del vertice Ue-balcani a Tirana

Meloni: «Da Bankitalia sulla manovra nessuna critica sostanziale. Pnrr? Condivido parole di Mattarella, governo al lavoro»
3 Minuti di Lettura
Martedì 6 Dicembre 2022, 18:22 - Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 08:46

Giorgia Meloni ha parlato con la stampa al termine del vertice Ue-balcani a Tirana. «La notizia per il governo è che sulle grandi voci della manovra non ci fossero critiche sostanziali da Bankitalia. Questa è la cosa secondo me più importante, vuol dire che la manovra, dal mio punto di vista, è fatta, seria, dà segnali importanti in una situazione come quella con cui ci confrontiamo e soprattutto con un tempo rispetto al quale non era scontato che si facesse una manovra che io considero politica. Con delle scelte politiche. In qualche giorno di stesura della manovra abbiamo fatto un buon lavoro»», ha detto il premier. 

«Condivido le parole del presidente Mattarella. Il governo dall'inizio del suo mandato sta lavorando in maniera incessante sul tema del Pnrr. Chiaramente, sono risorse importanti, particolarmente in una fase come quella in cui ci troviamo ma è importante che queste risorse arrivino a terra. Ci sono una serie di questioni aperte, a partire dall'aumento dei costi delle materie prime», ha aggiunto.

Meloni al summit di Tirana accolta dal Presidente albanese Edi Rama

Sul fronte dei migranti «come Italia siamo in una tenaglia. Per noi è importantissimo il tema della rotta balcanica. Per la prima volta la commissione europea ha messo il tema della rotta mediterranea come prioritario» insieme alla «difesa dei confini. Non era mai accaduto. Oggi sì. Io considero che accada» anche «perché l'Italia ha posto il problema». Il fenomeno «come è stato gestito finora non risolve il problema», ha aggiunto. «Non ho incontrato Macron, con la Francia i rapporti continuano, ci sono fior fiore di bilaterali con i nostri ministri, io e il presidente francese saremo al vertice di Alicante, poi al Consiglio europeo. Ma l'approccio verso i migranti non può essere un tema solo italiano. Si deve passare dalla redistribuzione presunta ai nuovi decreti sui flussi», ha specificato. La riforma della giustizia è «un tema che condivido, importante», poi si discuterà «nel concreto come applicarla», ha poi detto la presidente del Consiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA