Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Crisi governo, l'ironia di Medvedev: «Via Johnson e poi Draghi. Chi sarà il prossimo?»

Post sarcastico su Telegram dell'ex presidente russo. Di Maio: «Mi piange il cuore vedere che Mosca festeggia»

Crisi governo, l'ironia di Medvedev: «Via Johnson e poi Draghi. Chi sarà il prossimo?»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Luglio 2022, 23:17 - Ultimo aggiornamento: 15 Luglio, 00:05

Una foto con il primo ministro italiano Mario Draghi, accanto il premier britannico uscente Boris Johnson e un riquadro con un punto di domanda. A chiedersi chi sarà il prossimo leader europeo che ha apertamente contrastato la guerra russa all'Ucraina e che è stato spinto alle dimissioni. Così, sul suo canale Telegram, l'ex presidente russo ed ex premier Dmitri Medvedev, attuale vice presidente del Consiglio di Sicurezza di Mosca, esprime la sua soddisfazione per la situazione politica italiana e per quella britannica.

Draghi, le dimissioni sui giornali europei. Le Figaro: «Una storia italiana». Bild: «Dramma». Bbc: «Crolla la coalizione»

Un post sarcastico di Medvedev che già nei giorni scorsi si era fatto sentire dopo le dimissioni del premier britannico scrivendo, sempre su Telegram, «i migliori amici dell'Ucraina se ne vanno. La Vittoria è in pericolo! Il primo è andato...».

La reazione del ministro degli Esteri

«Mi piange il cuore vedere che dall'altra parte del mondo, a Mosca che è un'autocrazia, Medvedev festeggia perché una della più potenti democrazie del mondo, l'Italia, è stata indebolita», ha commentato il ministro degli Esteri e leader di Ipf Luigi di Maio al Tg1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA