Mattarella: «Il tempo della ripartenza è iniziato, la ripresa sarà veloce ed efficace»

Mattarella: «Il tempo della ripartenza è iniziato. Ripresa sarà veloce ed efficace»
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Maggio 2021, 11:49 - Ultimo aggiornamento: 13:26

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lancia un messaggio di speranza all'Italia. «Il tempo della ripartenza è cominciato – si legge in una lettera al quotidiano «La Provincia» di Cremona, in occasione della sua visita in città, dove sta partecipando all'inaugurazione della nuova sede della facoltà di Agraria dell'Università Cattolica del Sacro Cuore – e va vissuto con lo spirito di speranza e di fiducia nel futuro». E poi Mattarella spiega che i motivi della visita intendono «esprimere la fiducia della ripresa che si è avviata nella convinzione che la ripresa sarà certamente veloce ed efficace. È questo l'augurio che desidero consegnare a Cremona». 

Mattarella duro sulla mafia: «O si è contro, o si è complici. Liti tra magistrati minano la lotta»


Collaborazione necessaria - «Siamo in un momento di ripresa nel nostro Paese – ha sottolineato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando da Cremona –. Il recupero di questo straordinario complesso, in un suggestivo campus, è frutto di una collaborazione tra pubblico e privato. Una condizione preziosa che vale più in generale: la collaborazione nel Paese è indispensabile per definire e attuare i programmi del Pnrr. La loro tempestiva attuazione ha bisogno del concorso e dell'energia di tutte le forze del Paese. La collaborazione deve essere avvertita per ogni decisione». 

Il messaggio ai giovani - «Abbiamo un debito verso le future generazioni, e non è solo quello finanziario – ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando all'università del Sacro cuore di Cremona –. È un debito che si esprime nei confronti dei giovani, con la necessità di disegnare in maniera adeguata il futuro dei nostri ragazzi. Rifuggendo dalla tentazione di farsi rinchiudere nella considerazione effimera ed esclusiva del momento presente, una condizione effimera che ignora il passato e la storia e trascura il futuro. C'è l'esigenza del nostro Paese di pensare ai giovani per consegnarli un futuro adeguato».

L'abbraccio di Cremona - «L'occasione di oggi ha, per la nostra Università e direi per l'intera città, un significato simbolico, per molti motivi. Rappresenta anzitutto il risultato di una tenace volontà di perseguire obiettivi di crescita, anche mentre si stanno attraversando tempi difficili – ha detto il rettore dell'università del Sacro cuore, Franco Anelli, parlando a Cremona in occasione della visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella –. Gli sforzi che stiamo compiendo sono ispirati dalla convinzione che il futuro della nostra società si gioca in gran parte sul terreno della formazione».


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA