MIGRANTI

Migranti, dalla rotazione dei porti alla ricollocazione ecco i punti dell'accordo di Malta

Lunedì 23 Settembre 2019 di Cristiana Mangani
1
Migranti, vertice di Malta: redistribuzione tra Paesi UE e rotazione dei porti aperti. Lamorgese: «Partiti con il piede giusto»

Distribuzione dei migranti su base obbligatoria, rotazione dei porti anche se solo su base volontaria, ricollocazione entro quattro settimane dal momento in cui sono stati identificati e intervistati dalla polizia e da Frontex. Il vertice di Malta si chiude con un punto a favore per l’Italia. Francia e Germania sembrano aver mantenuto gli Impegni presi.

LEGGI ANCHE Migranti: Malta, rapporti con Roma
LEGGI ANCHE Migranti, al vertice di Malta l’Europa apre alla redistribuzione automatica

E la bozza di accordo è pronta: verrà presentata a ottobre a Lussemburgo durante l’incontro dei ministri degli Affari Esteri e interni. Ma le intenzioni sembrano le migliori. “Siamo partiti con il piede giusto - ha dichiarato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese - Questo è un primo atto, un primo passo per una vera azione europea. La politica migratoria va fatta insieme agli altri Stati. Noi abbiamo sempre detto che chi arriva a Malta o in Italia arriva in Europa». Bisognerà vedere ora se questa proposta degli Stati «volenterosi» sarà accettata dagli altri Paesi dell’Unione. «Ci sono principi che devono essere rispettati da chi effettua il salvataggio - ha aggiunto il ministro - Sono molto soddisfatta perché sono stati sciolti nodi politici principali. Per adesso parliamo di navi delle ONG o altre navi. Al momento non sono contemplati gli arrivi con i barchini o i gommoni. Per chi non parteciperà ci saranno sanzioni».

LEGGI ANCHE Migranti, Conte: «Continua linea dura dell'Italia, non possiamo tenerli tutti»
LEGGI ANCHE Migranti: Ue coordina trasferimenti per Ocean Viking

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma