ELEZIONI REGIONALI 2020

Elezioni regionali, Zaia: «Un voto dei veneti per i veneti, l'autonomia resta la priorità: non ho mire nazionali»

Martedì 22 Settembre 2020
Elezioni regionali, Zaia: «Un voto dei veneti per i veneti, l'autonomia resta la priorità: non ho mire nazionali»

«Questo è stato un voto del popolo, dei veneti per i veneti». Lo dice il Presidente Luca Zaia nella conferenza stampa dopo la sua rielezione alle elezioni regionali 2020. «Ed è una responsabilità - aggiunge - che mi sento. La madre di tutte le battaglie resta l'autonomia: lo resta perché è doveroso dare una risposta ai 2,3 milioni di veneti che l'hanno votata, adesso sono pochi quelli che la definiscono secessione soft, la legge ci dà pieno titolo per chiedere le 23 materie, è una grande opportunità».

Matteo Renzi: «Confesso, ero terrorizzato Pensiamo al Recovery c'è spazio per gestirlo bene»

E ancora: «Cosa farò da grande? La vita è lunga, l'uomo la rende breve. Non ho mire nazionali, non è nelle mie corde, è un voto dei veneti per il Veneto. Io non paragonerei i risultati delle elezioni amministrative con la nazionali» e poi, «bisogna avere questa abilità, a ogni turbolenza in volo non puoi chiedere al pilota di atterrare. I cittadini apprezzano il ruolo degli amministratori». Quindi sottolinea: «La conferenza Stato-Regioni è una cosa complicata e penso di essere più utile in Veneto che pensare di fare il presidente».

Trionfo di Zaia, processo a Salvini. «Da oggi non decidi più da solo»

«Non commento perché si commenta da sé», spiega proposito dell'intervista di Andrea Crisanti, dove il virologo afferma che »i veneti hanno premiato Zaia per come ha gestito l'epidemia« e che senza di lui «Zaia avrebbe combinato un disastro».
 

Video

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 01:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA