ARCELORMITTAL

Ex Ilva, la Lezzi guida
la fronda degli ex ministri
contro il governo

Martedì 12 Novembre 2019
Barbara Lezzi

ROMA Alta tensione, a quanto apprende l'Adnkronos, tra il premier Giuseppe Conte e la senatrice pugliese Barbara Lezzi, questa mattina a Palazzo Chigi durante la riunione sull'ex Ilva alla quale hanno preso parte i ministri Luigi Di Maio, Stafano Patuanelli e Federico D'Incà e i parlamentari tarantini del M5S. Presente, appunto, anche Lezzi: seppur leccese infatti, la senatrice si è intestata nelle settimane scorse la battaglia parlamentare che ha portato alla cancellazione dello scudo penale nel dl imprese, tra le motivazioni in seguito addotte da AncelorMittal per recedere dal contratto sull'ex Ilva. Questa mattina, durante la riunione a Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio ha tentato di ragionare sulla possibilità di reinserire lo scudo penale, «così da togliere ogni alibi - avrebbe spiegato il premier ai presenti - ad AncelorMittal, anche in vista della battaglia legale che ci attende». Ma Lezzi, già ministra nel primo governo Conte, sarebbe stata fermissima sul punto: «non lo voterò mai, puoi scordartelo». Lo scontro viene descritto come molto duro. Tanto da indurre il premier a chiedere a Lezzi come faccia a non capire le ragioni dietro le quali si muove il governo, pronto a battere ogni strada pur di risolvere la situazione di Taranto. L’ex ministra ha alzato i toni da quando è stata messa fuori dal governo e, insieme ad un altro ex ministro non pugliese, guida la fronda contro Di Maio e Conte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA