Elezioni politiche, Letta: «Forte ingerenza della Russia per favorire la destra». Salvini: «Gas e luce razionati se prezzo non scende»

Emma Bonino: "Circa 5 milioni di italiani fuorisede non potranno votare"

Elezioni politiche, Letta: «Forte ingerenza della Russia per favorire la destra»
4 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Agosto 2022, 10:51 - Ultimo aggiornamento: 27 Agosto, 11:02

Elezioni politiche, la giornata. «La Russia è entrata in questa campagna elettorale. C'è una forte ingerenza della Russia a favore della destra, perché (il governo russo) sa che la nostra posizione continuerà ad essere in linea con la posizione contraria a Putin»: così il leader del Pd Enrico Letta in intervista al giornale spagnolo El Peridico.

«Oggi, voglio parlarvi di noi, di Forza Italia, di chi siamo e chi rappresentiamo. Noi, come Forza Italia, come movimento politico, rappresentiamo nel nostro Paese, l'Italia che lavora e che produce, l'Italia di buonsenso e di buona volontà, l'Italia seria, concreta e perbene, l'Italia delle famiglie e delle imprese». Così Silvio Berlusconi in video sui social.

Letta torna al campo largo: «Dialogo dopo le elezioni». Il segretario pd apre a M5S e Calenda

Elezioni politiche, la politica in una parola. Battaglia degli slogan: «L’obiettivo: rassicurare»

«Sono preoccupata dall'astensione e mi pongo il problema dei 5 milioni di fuorisede, tanti giovani ma anche tanti lavoratori, che non potranno votare. Non che i responsabili politici non conoscano il tema: è dal 2017 che poniamo il problema e tutte le volte ci viene risposto che non è il momento. Invito comunque tutti ad andare votare qualunque cosa votino; se poi votano me, sono più contenta». Lo ha detto a 24 Mattino su Radio 24 la leader di +Europa Emma Bonino.

«Forza Italia ieri ha perso altri 4 parlamentari, il movimento giovanile è in subbuglio e Tajani pensa ad attaccare me. Caro Antonio, quando fai un pò di autocritica sulla tua fallimentare gestione del partito che lo ha portato ai minimi storici e la smetti di insultare?». Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le Autonomie.

«Enrico Letta continua a spargere veleni sulla stampa internazionale con l'obiettivo di delegittimare il centrodestra, facendolo passare per una coalizione filoputiniana. Questa campagna del segretario Pd, però, pur non avendo alcun effetto sulle intenzioni di voto, anche perché il Centrodestra è storicamente atlantista, produce effetti gravi: scredita l'immagine internazionale dell'Italia, la indebolisce sui mercati e rischia di danneggiare le nostre imprese. Possibile che chi fa la campagna all'insegna della 'responsabilità' non se ne renda conto?». Lo dice il capo politico di Noi moderati, Maurizio Lupi.

GAS - Sull'emergenza bollette «la Lega chiede al Governo Draghi che è in carica di fare in fretta. Noi chiedemmo mesi fa un investimento maggiore, uno scostamento di bilancio, ci dissero no. Adesso tutti si accorgono che settembre e ottobre rischiano di essere devastanti per le famiglie e per le imprese. Se Draghi porta in Cdm o in Parlamento anche la prossima settimana un provvedimento da miliardi, da decine di miliardi per sostenere famiglie e imprese il voto della Lega è assicurato». Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini a margine di un incontro a Napoli. «Se il prezzo non scende, il prossimo Governo, e quindi per me l'operazione verità è sempre meglio che non l'operazione silenzio, dovrà razionare luce e gas a partire dalle imprese», dice poi sull'emergenza bollette. «Vorrei evitarlo, ma l'ha già detto Macron, e la Francia oltretutto ha decine di reattori nucleari operativi. Noi non ce l'abbiamo, importiamo solo energia dall'estero, quindi se non si interviene il rischio di decidere chi si riscalda e chi no, chi accende la luce e chi no è assolutamente concreto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA