Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Letizia Moratti: «Aspetto chiarimenti dal centrodestra, poi mi riterrò libera»

Le parole della Vice presidente della Regione Lombardia

Lombardia, Moratti avvisa: «Aspetto chiarimenti dal centrodestra, poi mi riterrò libera»
2 Minuti di Lettura
Martedì 26 Luglio 2022, 14:34 - Ultimo aggiornamento: 19:34

Chiusa la crisi di governo, che ha lasciato pesanti scorie tra le forze politiche, inizia adesso il valzer delle alleanza. Il centrodestra sembra il più compatto nonostante l'esodo di chi sta abbandonando FI, oltre alle varie diatribe su chi debba fare il premier nella prossima legislatura.

 

Per quanto riguarda le future dinamiche di palazzo è tornata a rompere il silenzio Letiza MorattiVice Presidente e Assessore al Welfare della Regione Lombardia«Io mi sono sempre considerata al servizio dei cittadini, l'ho fatto sempre in maniera civica. Quindi il mio è un impegno civico» ha dichiarato l'ex ministro dell'Istruzione ospite a L'Aria che tira su La7, alla domanda se sentisse o meno il centrodestra come la sua casa.

Elezioni, Fontana: «Se Moratti è a disagio nel centrodestra ci sono tante altre opportunità»

«Aspetto chiarimenti»

La Moratti ha poi aggiunto: «Sono concentrata sulla mia Regione». Rispondendo alla domanda riguardo a un suo futuro come ministro o addirittura come candidato premier del centrodestra l'ex collaboratrice di Berlusconi ha risposto:  «Aspetto un chiarimento, dopodiché mi riterrò libera e indipendente di fare le mie scelte, come sono sempre stata. Mi sono sempre considerata una persona al servizio dei cittadini, sempre in maniera civica. Da ministro sono stata scelta come ministro tecnico, da sindaco avevo lista civica, il mio impegno è un impegno civico».

Calenda, il progetto del "grande centro" che raggiunga (almeno) il 15%: da Bonino a Gelmini, gli alleati

© RIPRODUZIONE RISERVATA