Governo, la maggioranza si spacca su Rai e Radio Radicale: in Parlamento salta l'intesa Lega-M5S

Giovedì 13 Giugno 2019
4

La maggioranza si spacca simultaneamente in due commissioni: quella di Vigilanza Rai e quella Bilancio. Salta l'accordo tra Lega e M5S sia per quanto riguarda il presidente Rai Marcello Foa che il salvataggio di Radio Radicale

Fumata nera al vertice di governo, tensione su flat tax. Salvini convoca i ministri leghisti
Rai, la maggioranza Lega-M5S spaccata (anche) sui palinsesti

In Vigilanza salta quindi il voto sulla risoluzione contro il doppio incarico di Foa, nominato anche presidente di RaiCom. I due gruppi di maggioranza, in una riunione di 20 minuti avvenuta fuori dell'aula di San Macuto, non hanno trovato l'accordo sull'emendamento presentato dal capogruppo della Lega, Massimiliano Capitanio, e hanno fatto mancare il numero legale. Se ne riparlerà la prossima settimana.

Mentre nelle commissioni Bilancio e Finanze dell Camera è passato un emendamento Pd  (a firma Sensi e Giachetti) per salvare Radio Radicale con un finanziamento di altri 3 milioni per il 2019. Il testo è stato riformulato, spiegano i dem, su proposta della Lega ma il governo con il viceministro dell'Economia, Laura Castelli, ha dato parere contrario. Hanno votato a favore la Lega e tutti gli altri partiti, mentre il Movimento 5 Stelle ha votato contro. La misura punta a favorire la conversione in digitale e la conservazione degli archivi.

Ultimo aggiornamento: 15:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Under 15, l’approccio in disco benedetto dal like dell’amica

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma