Pd, la consigliera regionale Katia Tarasconi attacca: «Ritiratevi tutti»

Sabato 17 Novembre 2018
1
 Katia Tarasconi

«Faccio una proposta: ritiratevi tutti, facciamo un congresso in un altro modo, ripartiamo da zero, dalle idee e dai valori non dalle persone. Al Pd servono persone nuove e capaci, libere e non riconducibili ad alcuna corrente, il Pd ha bisogno di ossigeno». Lo ha detto la consigliera regionale Pd dell'Emilia-Romagna Katia Tarasconi all'assemblea dem tenuta oggi all'hotel Ergife di Roma. L'assemblea è stata convocata per prendere atto delle dimissioni del segretario Maurizio Martina e avviare le procedure per il congresso e le primarie.

 

Doppia cittadinanza, italiana e americana, formazione universitaria negli Stati Uniti con una specializzazione in comunicazione e web engineering, Katia Tarasconi - si legge sul suo sito - è nata a Piacenza il 5 ottobre 1973. A 13 anni si trasferisce con la famiglia a Long Island dove frequenta due anni di liceo prima di andare a vivere a Larchmont, a pochi passi da Manhattan, per diplomarsi alla Mamaroneck High School.

Dal 1995 al 1998 frequenta l’università di Miami, dove studia comunicazione e lavora al dipartimento di arte editoriale del Miami Herald. Nel 1998, dopo la laurea, ritorna a Piacenza e approda all’azienda di comunicazione Irix, prima come responsabile commerciale e poi come amministratore delegato.

Il suo interesse per la politica nasce nel 2007 con la lista civica a supporto del mandato bis dell’allora sindaco Roberto Reggi il quale, dopo la rielezione, le chiede di ricoprire la carica di assessore in giunta con le deleghe all’innovazione, informatizzazione e opportunità, confermate anche con il successore Paolo Dosi, eletto sindaco di Piacenza nel 2012. Si iscrive al Pd nel 2008 e sostiene Matteo Renzi come candidato alle primarie. Nel 2013 entra nell’assemblea nazionale del Pd ed e nella direzione regionale dell’Emilia Romagna. Nel 2015 viene eletta consigliere regionale dell'Emilia Romagna con i dem.

 

Ultimo aggiornamento: 16:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA