Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

M5S, deputati e senatori: «Stop al Green pass». Conte: non è la nostra linea, non smantelliamo le misure

M5S, deputati e senatori: «Stop al Green pass». Conte replica: non è la nostra linea
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Febbraio 2022, 13:26 - Ultimo aggiornamento: 15:12

Lo stato di emergenza e il Green pass agitano il M5S. Nell'assemblea di stamattina di deputati e senatori del Movimento sul tavolo la questione del certificato: davanti al leader Giuseppe Conte, la maggioranza dei parlamentari ha chiesto di non procedere con altre proroghe dello stato di emergenza dopo la data di stop prevista per il 31 marzo e di sospendere l'obbligo del Green pass. Per molti dei grillini, l'obiettivo è quello di tornare al pass base e di abolirlo all'aperto, nelle banche e alle poste. 

Un'iniziativa che ha scatenato la reazione di Conte, con il leader del M5S che è intervenuto per stigmatizzare la proposta: «È una posizione singolare, francamente mi sembra una posizione che non corrisponde alla linea fin qui seguita. Chi lo firma - le parole dell'ex premier - si assume una grande responsabilità davanti al Paese. Dire che siamo fuori dalla pandemia non è proprio corretto, stiamo transitando nella fase dell’endemia. È una prospettiva che ci conforta ma dobbiamo essere tutti d’accordo che non possiamo smantellare le misure di precauzione e protezione sin qui adottate».

M5S, i pretoriani (di Conte e Di Maio) che rischiano il posto dopo lo stop di Grillo al terzo mandato

Il passo indietro?

Le critiche di Conte, secondo quanto riferiscono parlamentari del M5s, erano rivolte a un ordine del giorno prospettato durante l'assemblea dal deputato Davide Serritella, che poi avrebbe però deciso di non depositare l'atto. Un altro ordine del giorno è stato presentato da tredici deputati del M5s per chiedere l'eliminazione del super green pass da aprile, dopo la fine dello stato di emergenza.

 

Un tentativo che anche il capogruppo dei 5 Stelle Davide Crippa ha cercato di stoppare: «È stato formulato un odg per l'abolizione strumento Green pass nel primo provvedimento utile. Confido che i colleghi firmatari e il proponente, alla luce delle conclusioni di Conte, riflettano sull'opportunità di presentarlo. Evitiamo di lasciare un documento formale che ci potrebbe creare problemi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA