Green pass, Toti apre: «Meglio questa misura che un possibile lockdown in autunno»

Green pass, Toti apre: «Meglio questa misura che un possibile lockdown in autunno»
3 Minuti di Lettura
Sabato 17 Luglio 2021, 20:01 - Ultimo aggiornamento: 20:25

Meglio l'uso del green pass oggi che le chiusure generalizzate domani. Il presidente della Liguria Giovanni Toti spinge per l'utilizzo del green pass come "passaporto" per accedere a stadi, concerti e altri eventi dove è prevista convivialità e quindi possibili assembramenti. Lo chiama "uso intelligente del green pass" perché sfrutterebbe la protezione di chi ha ricevuto il vaccino e quindi è più protetto. 

Toti: Pass, usare l'intelligenza

«Il green pass è una misura che attuata con intelligenza può scongiurare l'ennesima, drammatica, chiusura delle Regioni. È necessario trovare un punto di equilibrio, ma non si può far finta di niente, il virus, anche grazie al ritorno alla socialità di tutti noi, c'è e i contagi aumentano se non ci vacciniamo tutti. Sono convinto che sia meglio adottare una misura come questa che non piace tanto a tutti, piuttosto che vedere nel prossimo autunno di nuovo le Regioni blindate, le saracinesche abbassate e ragazzi chiusi in casa a fare la Dad». Lo scrive il governatore ligureGiovanni Toti parlando l'estensione del green pass. 

Green pass, come scaricarlo (e come cambierà): stretta ad agosto, previste forti multe

«Non è un'imposizione che va contro i cittadini - ha detto ancora Toti -, al contrario è una tutela per la salute di tutti. Non possiamo né dobbiamo più permettere che questo virus ci condizioni, ancora una volta, negativamente la vita e il green pass può essere un valido strumento su più fronti: dal turismo, che può così esser maggiormente controllato, agli accessi nei luoghi della cultura e dell'intrattenimento». Secondo il governatore «il tema è solo uno: scegliere il male minore e ora più che mai è fondamentale non bloccare il Paese dalla sua ripresa economica e sociale».

«Non basta mettere in vigore il green pass. Occorre al contempo anche modificare i criteri che portano alle colorazioni delle Regioni: basiamoci sul numero di posti letto in ospedale e non più su quello dei contagi. Lo stiamo chiedendo da tempo, è arrivato il momento di mettere in atto le strategie migliori per non tornare nell'incubo delle chiusure forzate», ha aggiunto Toti.

Covid Lazio, bollettino 17 luglio: 500 nuovi casi (339 a Roma) e 2 morti. Rimane bassa la pressione sugli ospedali 

Variante Delta cresce. Grecia, Spagna, Francia, Malta: mappa delle vacanze a rischio contagio

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA