Landini (Cgil): «Aziende non possono licenziare chi non fa il vaccino»

Landini (Cgil): «Aziende non possono licenziare chi non fa il vaccino»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 30 Luglio 2021, 11:43 - Ultimo aggiornamento: 13:27

«Le aziende non possono licenziare i lavoratori che non fanno il vaccino»: lo sostiene il segretario Cgil Maurizio Landini«Sono una forzatura inaccettabile le cose scritte da Confindustria - dice il segretario Cgil a Firenze -, perché non è un'azienda che può decidere chi viene licenziato o demansionato senza vaccino».

Green pass, certificato per lavorare, il governo chiama le parti. Misure estese agli statali

Green Pass obbligatorio, i giuristi: «Soluzione prevista dalla Costituzione»

Trattamento sanitario obbligatorio

«D'altra parte nel Paese se si pensa di arrivare a una legge perché si decide che c'è necessità di un trattamento sanitario obbligatorio - dice ancora Landini -, serve un provvedimento del governo. A oggi quel provvedimento è stato fatto solo nel sistema sanitario».

«Sono sbagliate forzature di chi pensa di usare questo tema per licenziare o demansionare - conclude il segretario Cgil -. È controproducente minacciare operazioni o sfruttare un problema di questa natura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA