Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vincenzo Spadafora, chi è il ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili

Vincenzo Spadafora, chi è il ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Settembre 2019, 17:44 - Ultimo aggiornamento: 20:29

Vincenzo Spadafora (M5S) è il nuovo ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili del governo Conte bis. E’ stato il primo garante per l’infanzia d’Italia e il più giovane presidente dell’Unicef. E’ già un curriculum ricco nonostante i 44 anni quello di Vincenzo Spadafora da tempo in politica e impegnato nel terzo settore a cui ha dedicato anche un libro, La terza Italia.

LEGGI ANCHE Ministri, la lista completa del Conte bis: 10 M5s, 9 Pd, uno Leu e un tecnico, le donne sono 7

 


Conterraneo e amico di Luigi Di Maio, Spadafora debutta nella politica nel ’98 come segretario particolare dell’allora presidente della Regione Campania Andrea Losco, dell’Udeur. 

Nato ad Afragola il 12 marzo 1974, è considerato il braccio destro del capo politico del M5S Luigi Di Maio e uno dei protagonisti della trattativa tra 5 Stelle e Pd che ha portato alla nascita del governo giallorosso. In passato ha lavorato nella segreteria dei Verdi di Alfonso Pecoraro Scanio ed è stato capo di quella di Francesco Rutelli al ministero dei Beni Culturali. Già garante per l'Infanzia e presidente di Unicef Italia, Spadafora è un sostenitore dei diritti Lgbt ed alfiere della lotta all'omofobia.

Nel corso della passata legislatura, il pentastellato campano entra a far parte dello staff di Di Maio, di cui diventa responsabile delle relazioni istituzionali: per il leader M5S infatti organizza alcuni viaggi a Londra, Harvard e Washington. Nel 2018 si candida alle elezioni politiche con il Movimento 5 Stelle a viene eletto alla Camera. Nel primo governo Conte, Spadafora ricopre l'incarico di sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega alle Pari opportunità e ai Giovani, entrando spesso in contrasto con il ministro leghista per la Famiglia Lorenzo Fontana. Ora la nomina come ministro dei Giovani e dello Sport nel secondo esecutivo Conte. Ha pubblicato un libro dal titolo 'La terza Italia. Manifesto di un Paese che non si tira indietro'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA