GIUSEPPE CONTE

Ministri, l'elenco completo del Conte bis: 10 M5S, 9 Pd, uno Leu e un tecnico, le donne sono 7

Mercoledì 4 Settembre 2019
17
Ministri, la lista completa del Conte bis: 10 M5s, 9 Pd, uno Leu e un tecnico, le donne sono 7

Giuseppe Conte scioglie la riserva al Quirinale e presenta la lista dei ministri. Il nuovo governo «giallorosso» è ai blocchi di partenza ed entrerà nella pienezza dei poteri ad ore, dopo il giuramento e la fiducia delle camere. «Forti di un programma che guarda al futuro dedicheremo le nostre migliori energie, le nostre competenze, la nostra passione a rendere l'Italia migliore nell'interesse di tutti i cittadini», spiega il presidente del Consiglio in pectore, soddisfatto per l'arrivo in pista del suo «esecutivo-bis», questa volta targato M5s-Pd. 

La squadra è composta da 21 elementi, con l'età media che risulta di 47 anni. Al Movimento 5 stelle vanno 10 ministri, al Partito democratico 9, a Liberi e uguali uno, Roberto Speranza, e un tecnico all'Interno, Luciana Lamorgese. Sono sette le donne, un terzo del nuovo Esecutivo: al Movimento Cinque Stelle va anche il posto di sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro. Solo quattro i "superstiti" del precedente Governo: Luigi Di Maio, che passa dal Lavoro agli Esteri, oltre a perdere la carica di vice premier; Alfonso Bonafede che resta alla Giustizia; appunto Riccardo Fraccaro, che era ai Rapporti con il Parlamento, e Sergio Costa che mantiene la guida del dicastero dell'Ambiente 
 
L'elenco
Senza portafoglio. Federico d'Incà ai Rapporti con il Parlamento, Paola Pisano a Innovazione tecnologica, Fabiana Dadone alla Pubblica amministrazione, Francesco Boccia agli Affari regionali, Giuseppe Provenzano per il Sud, Vincenzo Spadafora per Sport e Politiche giovanili, Elena Bonetti pari opportunità e famiglia, Enzo Amendola per gli Affari Europei.

Nuovo governo, i ministri: molti nomi in lista. Fraccaro verso poltrona sottosegretario a Palazzo Chigi

Con portafoglioLuigi Di Maio ministro degli Esteri, Roberto Gualtieri  all'Economia, Luciana Lamorgese ministro dell'Interno, Stefano Patuanelli, ministro Sviluppo economico; Dario Franceschini ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Alfonso Bonafede ministro della Giustizia, Enzo Amendola agli Affari Europei, Paola De Micheli ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Nunzia Catalfo, ministro del Lavoro, Roberto Speranza ministro della Salute, Lorenzo Guerini alla Difesa, Teresa Bellanova all'Agricoltura; Lorenzo Fioramonti alla Pubblica istruzione; Sergio Costa all'Ambiente.
 
Carlo Fraccaro sarà sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

«C'è una maggioranza parlamentare e si è formato un governo. La parola compete al Parlamento e al governo che nei prossimi giorni si presenterà alle Camere per chiedere la fiducia e presentare il programma», è il commento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il premier e i 21 ministri (14 uomini e 7 donne, 10 M5S, 9 Pd, 1 di Leu, un tecnico) giureranno al Quirinale, poi si terrà la prima riunione dell'esecutivo. Nei prossimi giorni verranno nominati tutti gli altri sottosegretari e i viceministri. Lunedì sarà votata la fiducia alla Camera, martedì al Senato. All'inizio della prossima settimana si potrà quindi dire definitivamente chiusa la crisi ferragostana aperta da Matteo Salvini. 
 

Ultimo aggiornamento: 5 Settembre, 07:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma