Governo Draghi, le tappe: giuramento non prima di venerdì, fiducia (forse) nel weekend

Governo Draghi, le tappe: giuramento non prima di venerdì, fiducia (forse) nel weekend
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Febbraio 2021, 20:20 - Ultimo aggiornamento: 20:21

Consultazioni chiuse entro domani sera, poi i vertici con le parti sociali, quindi il voto M5S su Rousseau. Difficile che il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi sciolga la riserva per la formazione di un nuovo governo prima di giovedì. Poi ci sarebbe il giuramento e la fiducia delle Camere. Le problematiche legate alla composizione della squadra potrebbero portare Draghi a prendersi qualche altro giorno di approfondimento, tanto da scavallare la settimana. Ecco un possibile timing.

Mercoledì Draghi incontra le parti sociali

Mercoledì Draghi consulterà le parti sociali ed i rappresentanti delle Autonomie Locali: nella sua dichiarazione al Quirinale, lo scorso 3 febbraio, aveva detto che le avrebbe interpellate in vista della formazione del suo governo.

M5S, il voto su Rousseau

La consultazione online sulla piattaforma degli iscritti del Movimento Cinque Stelle su un eventuale supporto a un Governo presieduto da Mario Draghi avrà inizio alle ore 13 di mercoledì 10 febbraio per concludersi alle ore 13 di giovedì 11 febbraio 2021. Pare escluso che prima di allora Draghi possa salire al Colle.

Lo scioglimento della riserva (giovedì?)

Il premier incaricato potrebbe recarsi al Colle tra giovedì o venerdì per sciogliere la riserva e comunicare al presidente Mattarella che accetta l'incarico. A quel punto, si lavorerebbe alla nomina dei ministri e al giuramento della squadra.

Il giuramento di Draghi non prima di venerdì

Se la riserva venisse sciolta giovedì, una volta concordata con il Capo dello Stato la lista dei ministri, si procede al giuramento del governo nel Salone delle Feste del Quirinale: potrebbe aver luogo venerdì. In ambienti politici si commenta: non prima di venerdì. A seguire si terrà il passaggio delle consegne a Palazzo Chigi (per consuetudine effettuato con la consegna al presidente entrante ,da parte dell'uscente, della «campanella» suonata per dare inizio ai consigli dei ministri) e la prima riunione del Consiglio dei ministri, con all'ordine del giorno la nomina del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio che svolge le funzioni di segretario del Consiglio dei ministri.

Video

La fiducia alle Camere

Il dibattito sulla fiducia in Parlamento si tiene normalmente un paio di giorni dopo il giuramento: con un giuramento giovedì si potrebbe impegnare il fine settimana. Ma essendoci al momento molti dubbi sui tempi rapidi dello scioglimento della riserva, non si escludono slittamenti alla prossima settimana. In base alla consuetudine dell'alternanza tra i due rami del Parlamento, la «culla» del governo Draghi sarebbe il Senato: il governo Conte Bis, infatti, era «nato» alla Camera. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA