GIUSEPPE CONTE

Conte attacca Salvini in Aula: «Arrogante è chi chiedeva pieni poteri»

Martedì 10 Settembre 2019
«Molti degli interventi, e soprattutto quelli dell'opposizione, indulgono sul passato. E c'è chi è rimasto all'8 agosto con arroganza e scarsa conoscenza del diritto costituzionale pensava di attivare unilateralmente una crisi e ritenuto di poter unilateralmente decidere di portare il Paese alle elezioni e ancora più unilateralmente portare il Paese a elezioni e in campagne elettorale da ministro dell'Interno e ancora ha deciso unilateralmente di concentrare definitivamente nelle proprie mani tutti i poteri: pieni poteri». Lo ha detto il premier Giuseppe Conte nella replica al Senato rivolgendosi a Matteo Salvini. «Se questo era lo schema, l'obiettivo è comprensibile che chiunque lo abbia ostacolato, tutti coloro che lo hanno ostacolato per senso di responsabilità e nel rispetto della costituzione, che tutti costoro siano diventati nemici». Ultimo aggiornamento: 21:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma