CRISI GOVERNO

Sondaggi politici, il partito di Conte al 12%: due terzi dei voti da M5S (pochi da Lega-Fdi)

Mercoledì 20 Gennaio 2021
Sondaggi politici, il partito di Conte al 12%: due terzi dei voti da M5S (pochi da Lega e Fdi)

Sondaggi politici, ecco le ultime rilevazioni. Fabrizio Masia, direttore generale di Emg Differente, in un colloquio con l'Adnkronos, pesa il cosiddetto partito del premier, nei giorni della crisi di governo e del voto di fiducia al Senato con il premier che ha raccolto 156 sì (140 i no e maggioranza semplice grazie all'astensione di Italia Viva di Matteo Renzi). «Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è al momento l'uomo politico che con Giorgia Meloni gode del massimo di fiducia personale. Un suo partito avrebbe un potenziale intorno al 10-12%, 2/3 del quale proveniente dal M5s; 1/3 dal Partito democratico ed in piccola parte dalle frange moderate di Lega e Fdi, nonché dal recupero dei centristi al momento senza area di riferimento. Lo dice Fabrizio Masia: «Minimo il recupero dal centrodestra: da Forza Italia al massimo potrà recuperare un punto, dalla Lega qualche decimale e da Fratelli d'Italia zero. Dunque l'aria principale di riferimento per Conte è il centro moderato».

Conte fa ciao con la mano e lascia il Senato dopo il voto di fiducia

Video

Cassa integrazione e sgravi, governo lavora a 26 settimane in più. Gualtieri: «Avanti finché necessario»

Guardando all'interlocuzione parlamentare, il sondaggista afferma: «Io credo che molto dipenderà dal dialogo che il Premier avrà con il presidente della Repubblica, che dovrebbe indicare il percorso più opportuno per avere una maggioranza ampia in entrambe le camere. Tre le strade di pescaggio: recupero con Renzi; con i parlamentari del leader di Iv o con parte dei volenterosi 'costruttorì che ancora non si sono manifestati, 5-6 persone in tutto. Credo - conclude - sia opportuno affidarsi alla saggezza di Mattarella».

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA