Roma, Atreju lancia il "manifesto dei conservatori": Giorgia Meloni al fianco di James Wharton

Roma, Atreju lancia il "manifesto dei conservatori": Giorgia Meloni al fianco di James Wharton
3 Minuti di Lettura
Domenica 12 Dicembre 2021, 13:39 - Ultimo aggiornamento: 16:56

Ll'ultima giornata di Atreju, la festa di Fratelli d'Italia, è dedicata al dibattito“Il Manifesto dei Conservatori. Contenuti e presenza di una proposta politica coerente, identitaria, popolare”, momento di confronto sui valori comuni e le differenze del conservatorismo internazionale. «Giorgia Meloni e’ la protagonista principale di questo dibattito sul conservatorismo internazionale che ci porterà ad intraprendere la nostra comune direzione futura». Lo ha detto James Wharton, parlamentare del partito conservatore inglese e responsabile della campagna elettorale di Boris Johnson, durante un dibattito ad Atreju. «Essere conservatori è differente per ogni nazione ma c'è un filo comune che ci lega. Questo filo è la difesa dei valori che riteniamo fondamentali per la società, come la famiglia e la libertà individuale. Anche il tema dell'ambiente rientra nella nostra politica perché non vi è nulla di più conservatore che proteggere tutto ciò a cui noi diamo valore».

Radoslaw Fogiel, Vice presidente Ecr party e segretario per i rapporti internazionali del partito polacco Diritto e Giustizia, durante il suo intervento ad Atreju ha dichiarato: «Abbiamo bisogno di alleanze forti che ci proteggano. La Costituzione polacca e' la fonte di legge suprema per la Polonia. Questo dovrebbe essere naturale per qualsiasi paese, ma i burocrati di Bruxelles non lo accettano: vorrebbero che le leggi europee siano al di sopra delle altre». «La Spagna e l'Italia, Fratelli d'Italia e Vox, hanno la responsabilita' di mettersi a capo di un movimento sociale che metta la famiglia e la patria nel posto che meritano».

Cosi Jorge Buxade’ vice presidente Ecr Party, vice presidente Vox e capodelegazione al Parlamento europeo: «La nostra responsabilità è di costruire una alleanza che difenda i confini, le abitudini e le tradizioni della nostra storia e della nostra cultura mediterranea. Insieme alla Francia e Portogallo e ai Balcani dobbiamo dire chiaramente che esiste una Europa del Sud che non vuole essere distrutta dalla cancellazione culturale». «Il valore principale che condividiamo è la libertà di parola, dei mercati e della sicurezza». Così Raz Granot, coordinatore delle relazioni internazionali del partito israeliano Likud, ringraziando dal palco di Atreju il presidente di Fratelli d’Italia e di Ecr Party Giorgia Meloni per questo importante invito.

«È tempo che l’Italia abbia un governo costruito su principi dei Conservatori». Così Rudolph Giuliani, già Sindaco di New York,in collegamento ad Atreju. «In Italia potrebbe esserci un rinascimento come quello della Thatcher in Gran Bretagna o di Trump negli Stati Uniti. Avete bisogno di una interruzione di questi governi di sinistra ispirati da una vena marxista. Io sono una persona molto discussa perche' ho sostenuto Donald Trump dal primo giorno della sua campagna elettorale, lo conosco da 30 anni. Con lui abbiamo avuto i 4 anni migliori che l'America abbia mai avuto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA