Ministro Fioramonti verso le dimissioni: in manovra troppo poco per la scuola

Mercoledì 18 Dicembre 2019 di Mario Ajello
1
Ministro Fioramonti verso le dimissioni: in manovra troppo poco per la scuola

Sta per saltare un ministro nel governo rosso giallo. Il primo membro dell’esecutivo Conte che va via è Lorenzo Fioramonti, titolare del dicastero dell’Istruzione. I 3 miliardi miliardi per la scuola, in manovra, non ci sono. Ce ne sono poco meno di un paio. Mancano quindi i fondi senza i quali Fioramonti aveva parlato di dimissioni già quand’era solo sottosegretario. Ora l’addio sembra imminente, forse prima di Natale.

Conte va a salutare Grillo e Casaleggio, ma loro nemmeno si alzano

Gli potrebbe succedere Nicola Morra, sempre M5S e presidente Antimafia, e sarebbe questa scelta da parte di Di Maio un modo per placarne le bizze da frondista o da critico. Intanto Fioramonti voterà la fiducia alla manovra di Bilancio ma avrebbe informato il premier Conte e Di Maio che poi lascia per una questione di “coerenza”.

Il ministro ha ripetuto più volte, a molti, che deve mantenere la parola. Anche perché il messaggio è sempre stato chiaro: le dimissioni senza quei miliardi sono state ribadite in decine di interviste e occasioni. E così il governo perde per la prima volta un ministro. E c’è sempre una prima volta.

Paragone: M5S mi caccia? Me ne vado facendo il dito medio (ma non nella Lega)

Ultimo aggiornamento: 17:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi