Natale, Faq: spostamenti, ristoranti, shopping, autocertificazione. Cosa c'è da sapere

Natale, Faq: spostamenti, ristoranti, negozi, scuole. Cosa c'è da sapere
4 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Dicembre 2020, 23:56 - Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre, 12:35

Ecco le domande e le risposte in vista delle Feste di Natale: spostamenti, ristoranti, shopping, autocertificazione. Tutto quello che c'è da sapere.

Convivialità
Posso organizzare una tavolata a casa con tutta la mia famiglia?

Quello dei congiunti non conviventi è uno dei punti cardine del testo a cui si sta lavorando. La deroga che dovrebbe essere in vigore per festivi o pre-festivi (o dal 24 dicembre al 3 gennaio nella sua forma più rigida) consentirebbe a due fratelli che non vivono più insieme di riunirsi con i genitori (viene meno il vincolo che siano anziani o non sufficienti) anche se provengono da fuori regione. Lo stesso varrebbe anche per altri parenti di secondo grado.

Fuori porta
Posso affittare un casale o andare nella seconda casa per festeggiare Capodanno?

In zona rossa ogni festa privata è ovviamente vietata. Tuttavia, a livello formale, non costituisce reato affittare una casa e rinchiudercisi per dei giorni con persone non conviventi per festeggiare Capodanno. La limitazione riguarda gli spostamenti per raggiungere il casale o la seconda casa. Non solo nelle zone rosse non è possibile spostarsi anche all’interno del Comune, ma dal 21 dicembre è vietato in tutta la Penisola varcare i confini regionali.

Spostamenti
Potrò lasciare la Regione prima del 20 dicembre e tornare a casa il 24?

Fino al 20 dicembre non esistono particolari divieti per gli spostamenti tra Regioni gialle (eccetto il coprifuoco dalle ore 22 alle 5). Dal 21 dicembre al 6 gennaio però - al netto dell’ormai probabilissima imposizione di una zona rossa nei giorni festivi e pre-festivi - non si potranno varcare i confini regionali. Per farlo serve infatti una valida motivazione. Non solo salute, studio o lavoro, ma anche diversi casi particolari. Ad esempio è sempre consentito rientrare presso la propria residenza o ricongiungersi con il coniuge nell’abitazione di dimora abituale oppure, nel caso di genitori separati, raggiungere il proprio figlio minorenne.

Ristorazione
Si potrà andare a pranzo fuori durante le feste?

Anche in questo caso dipende da quale linea passerà alla fine. Mentre in zona gialla si potrebbe infatti (ristoranti e bar sono aperti ma fino alle ore 18), anche se con il limite di massimo 4 persone sedute allo stesso tavolo, in zona rossa no. Tra le restrizioni imposte nello scenario più rigido infatti, c’è proprio la serrata di tutte le attività di ristorazione per l’intera giornata. Ai ristoratori però è permesso lavorare con consegne a domicilio senza particolari limitazioni e con l’asporto ma esclusivamente fino alle ore 22 e senza consumare nei pressi del bar o del ristorante. 

Acquisti
Questo fine settimana potrò andare in centro per comprare i regali?

Qualora come appare probabile non dovessero essere imposte restrizioni per questo fine settimana, sarà consentito andarsene per negozi alla ricerca degli ultimi doni natalizi. Probabilmente però, per evitare le scene viste lo scorso weekend, ci saranno maggiori controlli per evitare la formazione di assembramenti all’esterno dei negozi oppure lungo le vie dello shopping (che potrebbero essere transennate per contingentare gli accessi).

Uscite
L’autocertificazione sarà necessaria nei giorni tra Natale e Capodanno?

Se dovesse passare la linea “più morbida” che non prevede la zona rossa per il 28, 29 e 30 dicembre, in tutto il Paese non sarà necessario munirsi di autocertificazione per uscire di casa. Ovviamente a meno che non si abbia la necessità di uscire durante l’orario di coprifuoco, tra le ore 22 e le 5 del mattino. In quel caso bisognerà certificare con le consuete motivazioni (salute, studio e lavoro principalmente) ogni spostamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA