Europee, la Consulta: resta ferma la soglia del 4% per la legge elettorale

Giovedì 25 Ottobre 2018
Resta ferma la soglia di sbarramento del 4% prevista per l'elezione dei membri italiani del Parlamento europeo. Lo ha deciso la La Corte Costituzionale che nella camera di consiglio di oggi ha giudicato non fondate le questioni di costituzionalità - sollevate dal Consiglio di Stato con riferimento al principio democratico, al principio di ragionevolezza e a quello di eguaglianza del voto - delle disposizioni della legge sul sistema di voto per le europee, che limitano l'accesso alla distribuzione dei seggi ai partiti che hanno ottenuto a livello nazionale almeno il 4% dei voti validi. La Corte ha ritenuto che la previsione di questa limitazione non è manifestamente irragionevole e rientra pertanto nella discrezionalità del legislatore.

«Valuterò se porre la questione direttamente alla Corte di Giustizia europea di Lussemburgo», il commento dell'avvocato Felice Besostri, intervenuto nella questione di legittimità costituzionale delle soglie nazionali di accesso del 4% per le elezioni europee. «La questione - aggiunge - è di principio perché la soglia è incompatibile col Trattato di Lisbona che prevede l'uguaglianza e la libera espressione del voto di tutti i cittadini europei per non parlare del fatto che la Carta dei diritti fondamentali fonda l'Unione Europea sui valori indivisibili dell'uguaglianza».

«Se ci fosse una norma uguale in tutti gli Stati che stabilisse la stessa soglia - aggiunge - non ci sarebbe nulla da dire, ma una soglia nazionale, facoltativa e variabile contrasta con i principi politici e giuridici dell'Unione Europea». Passando poi a elencare le cifre dei cittadini votanti alle elezioni europee dal 1979, Besostri sottolinea che «la questione è poi politica e sostanziale, visto che gli effetti antidemocratici dell'introduzione delle soglie nelle elezioni sono facilmente misurabili».  Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre, 11:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Chi era Trilussa?”: cosa rispondono i ragazzi di Trastevere

di Veronica Cursi