ELEZIONI EUROPEE 2019

Elezioni europee, risultati nelle città: Lega vince a Riace e Lampedusa, Pd vola a Firenze, M5S trionfa a Napoli e Palermo

Lunedì 27 Maggio 2019
4
​Elezioni europee, i risultati nelle principali città italiane

Elezioni Europee 2019. I risultati sono ormai definitivi (61.548 sezioni su 61.576). La Lega trionfa: è il primo partito con il 34,33%. Il Pd è al 22,69%, M5S al 17,77%, Forza Italia al 8,79%, Fratelli d'Italia al 6,46%, Più Europa al 3,08%, Europa Verde al 2,29%, La Sinistra all'1,74%, il Partito Comunista 0,88%. Vediamo i risultati nelle principali città del paese.

A Roma il Partito Democratico è il primo partito con il 30,62% e 338.885 voti, seguito dalla Lega al 25,78% con 285.318 voti. Terzo il Movimento 5 Stelle con 17,58% e 194.545 voti, al quarto posto Fratelli d'Italia al 8,70% con 96.299 voti, al quinto Forza Italia con il 5,57% con 61.638 voti. +Europa raggiunge il 4% con 44.310.

A Milano, dove le elezioni europee sono state un banco di prova per la giunta di centrosinistra, il Pd ha superato la Lega, conquistando il 35,97 per cento dei consensi. Lega secondo partito al 27,39, seguita da Forza Italia (10,18), Movimento 5 Stelle (8,53), +Europa-Italia in Comune-PDE Italia (5,33) e Fratelli d'Italia (5,16). I risultati sono una buona notizia per il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che uscito dalle urne, ieri mattina, aveva ammesso di sapere che il voto sarebbe stato letto come un giudizio sui suo mandato.

A Napoli Il Movimento 5 Stelle si conferma nettamente primo partito sfiorando il 40%  mentre la Lega raggiunge il 12,3%, risultato record all'ombra del Vesuvio. Sono positivi i risultati napoletani per le due forze di Governo, anche se si registra comunque un calo per il Movimento 5 Stelle rispetto al risultato delle elezioni politiche del 4 marzo 2018: è del 39,86% il dato del M5S a Napoli città, alto rispetto ai risultati ottenuti nel resto d'Italia ma in calo rispetto a un anno fa quando la percentuale dei voti fu del 52,44%. Risultato importante anche per la Lega, che a Napoli ha sempre trovato grandi difficoltà ad affermarsi: il partito di Salvini è stato votato da 36.657 elettori napoletani raggiungendo così il 12,36% delle preferenze, lontano dai numeri ottenuti in altre circoscrizioni elettorali e in altre regioni del Sud, ma comunque record assoluto per il Carroccio a Napoli.

Torino. Pentastellati in calo nel capoluogo piemontese dove l'amministrazione comunale è a guida Cinque Stelle con Chiara Appendino. Dal voto europeo di ieri M5S scende al 13,3% dal 30,01% del primo turno delle amministrative del 2016. A conquistare il maggior numero di voti è il Pd con il 33,4% dei consensi, seguito dalla Lega al 27%.

Palermo, così come il resto della Sicilia, va in controtendenza rispetto ai risultati nazionali. Il Movimento 5 Stelle si conferma il partito più votato col 29,19%. Lo segue la Lega che registra un vero e proprio exploit superando quota 20%. Forza Italia è la terza forza politica per consensi che conquista il 18,91% delle preferenze mentre Il Pd prende il 16,55.

A Bologna il Pd domina con il 40,33% dei voti, superando di quasi 20 punti la Lega (21,82%). Il Movimento 5 stelle, sotto alle Due Torri, si ferma a quota 10,84%, mentre Forza Italia si attesta al 5,79%. 

A Firenze si è assistito a un boom del Partito democratico alle elezioni europee. In base ai dati definitivi del Viminale, il Pd è al 43,70% con 83.959 voti, seguito dalla Lega al 20,26% con 38.931 voti, e dal Movimento 5 Stelle al 9,75% con 18.735 voti. Forza Italia è al 5,51% con 10.581 voti e Fratelli d'Italia al 5,25% con 10.084 voti. +Europa raggiunge il 4,95% con 9.502 voti.
 


La Lega di Matteo Salvini ottiene un clamoroso 30,75% di preferenze a Riace, il comune del reggino guidato fino a pochi mesi fa da Domenico Lucano e noto in tutto il mondo per il modello di accoglienza ed integrazione dei migranti che vi si praticava. Dopo la Lega si piazza il Movimento 5 Stelle con il 27,43 e il Pd con il 17,39%. Lucano, sospeso e sottoposto al divieto di dimora nell'ambito dell'inchiesta su presunte irregolarità nella gestione dei migranti, è candidato al consiglio comunale. Anche nell'isola di Lampedusa, al centro del fenomeno migratorio, stravince la Lega. Il partito di Matteo Salvini ottiene il 45,85%, più del doppio del Pd che tra i candidati a Strasburgo lancia Pietro Bartolo, il medico dei migranti. Il M5s si ferma a quota 16,83%, Fi all'8,23%. Gli altri sono sotto la soglia di sbarramento.

Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 12:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma