Calabria, Roberto Occhiuto è il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione

Calabria, Roberto Occhiuto è il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione
2 Minuti di Lettura
Sabato 12 Giugno 2021, 15:03 - Ultimo aggiornamento: 15:19

Calabria, è Roberto Occhiuto il candidato alla presidenza della regione Calabria per il centrodestra. L'annuncio è venuto dallo stesso Occhiuto che, a Vibo Valentia, ha incontrato i propri sostenitori. «Parto da Vibo - ha detto il capogruppo di Fi alla Camera - perché col coordinatore Giuseppe Mangialavori abbiamo fatto un lavoro straordinario in questi mesi. Abbiamo lavorato a un progetto che in questi mesi realizzeremo in favore dei calabresi. Anche gli alleati saranno a disposizione. La campagna elettorale del centrodestra sarà avvincente».

Roma, Matone già pensa al programma: «Subito case per i papà separati»

Vaccini, Giorgia Meloni: «Governo contraddittorio, contribuisce a scatenare panico tra cittadini»

«Continuità con Jole Santelli»

«I mesi con Jole Santelli presidente sono stati straordinari, un'esperienza vista da fuori come grande riscatto territoriale. La nostra sarà un'esperienza di continuità. Ripartiremo dalla sanità. Ci batteremo per la fine del commissariamento ma soprattutto perché ai posti apicali ci siano persone con competenze in sanità». A dirlo il parlamentare Fi Roberto Occhiuto che a Vibo Valentia ha annunciato la sua candidatura alla presidenza della Regione per il centrodestra.

«Utilizzeremo questi mesi - ha proseguito - per preparare il progetto di cambiamento per questa regione, per dimostrare al Paese che ci può essere una bella Calabria. Una Calabria che ha tanti problemi, a cominciare dalla 'ndrangheta che va estirpata con ogni sforzo, ma anche tante risorse che possono diventare strumenti di sviluppo». «Qualora dovessi risultare eletto - ha sostenuto ancora - il mio governo non farà precari. Le istituzioni non posso dare posti di lavoro che non siano stabili, un fardello che pesa sia sulle istituzioni che sulle persone stesse».

© RIPRODUZIONE RISERVATA