Giarrusso è il più votato nel M5S: la rivincita europea dell'ex Iena

Lunedì 27 Maggio 2019

Dino Giarrusso tira un sospiro di sollievo. L'ex inviato delle Iene, la trasmissione di Italia Uno, scaccia i fantasmi delle ultime politiche. Dopo aver ripiegato su un posto al Miur subito dopo il flop del suo esordio politico, Giarrusso è il candidato più votato nel M5S, in queste europee che vedono i grillini sotto botta. Nella circoscrizione Italia insulare -dove il M5S ha tutto sommato tenuto uscendo primo partito col 29,85%- ha ottenuto 116.794 preferenze, sorpassando anche l'europarlamentare uscente e volto noto del Movimento Ignazio Corrao, subito dietro con 115.377 preferenze. A rischio il sindaco di Livorno Filippo Nogarin.

Nella circoscrizione Italia Centrale, dove il M5S ottiene un risicato 15,95%, il primo cittadino che ha rinunciato a ricandidarsi alla guida della città finisce terzo, con 24.638 preferenze -nella sua Livorno ne ottiene appena 1.936, fanno meglio di lui sia Matteo Salvini(3.009) che la dem Simona Bonafé (2.087)- dietro Fabio Massimo Castaldo (30.405) e alla capolista Daniela Rondinelli (26.579). Nella circoscrizione Nord Occidentale, dove il M5S è all'11,12%, avanti le uscenti Eleonora Evi (16.899) e Tiziana Beghin (14.543), mentre nell'Italia Nord orientale, dove il M5S ha fatto peggio in assoluto toccando appena il 10,30%, primeggiano Marco Zullo (15.881 preferenze) e Sabrina Pignedoli (13.634). Nella circoscrizione Italia meridionale, dove il M5S arretra ma tiene botta -primo partito al 29,16%- avanti la capolista docente universitaria Maria Chiara Gemma (84.545), seguono gli uscenti Laura Ferrara (76.890) e Piernicola Pedicini (56.533).

Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 12:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma