Alessandro Di Battista: «Mio padre ha avuto un lavoratore in nero»

Sabato 26 Gennaio 2019
9
Alessandro Di Battista: «Mio padre ha avuto un lavoratore in nero»

«Sì, mio padre ha avuto un lavoratore in nero». La confessione arriva da Alessandro Di Battista, leader del M5S. L'ammissione è arrivata con una diretta Facebook. L'esponente grillino racconta che nei giorni scorsi Filippo Roma delle Iene ha avvicinato il padre, Vittorio, per chiedergli se ci fossero irregolarità nella sua azienda. «Quando l'ho saputo - dice Dibba - mi sono molto arrabbiato con mio padre, che non mi aveva detto niente. Ora lo aiuterò a mettere in regola la situazione».

Una situazione analoga a quella sollevata, sempre da Iene, nei confronti del padre di Luigi Di Maio. «Le Iene fanno il loro mestiere, non me la sono mai presa con loro, lo sapete. Sono andati dal papà di Di Maio e di Renzi, ora dal mio ed è una cosa giusta. Ora però vadano anche da Berlusconi, a chiedere dei finanziamenti effettuati su Cosa Nostra. Mi sono incazzato, in primis perché è una cosa profondamente sbagliata. Mi sono arrabbiato a morte, perché non si fa e perché a noi fanno le pulci su tutto. Specialmente ora che sto tornando a dare una
mano al M5S, e sto portando avanti certi temi come il no alla Tav».

 

Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio, 13:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA