Elezioni europee, ballerine e musica pop: il deputato Ciocca pubblica l'eccentrico spot elettorale

Non è la prima volta che l'europarlamentare della Lega fa discutere per i suoi comportamenti strambi

Europee: ballerine e musica pop: il deputato Ciocca pubblica lo spot elettorale. L'ennesimo show eccentrico dell'eurodeputato
di Ginevra Alberti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Maggio 2024, 18:14

«L’Europa è da rivoluzionare, scrivi un nome per cambiare, scrivi Ciocca e vota Lega». Così inizia il video spot di Angelo Ciocca, l'eurodeputato leghista, candidato alle elezioni europee dell'8 e 9 giugno, che si è già distino in passato per le i suoi show eccentrici e provocatori a Bruxelles.

Von der Leyen apre a Meloni: «È un’europeista. Le Pen e Afd vogliono distruggere la Ue»

Questa volta le protagoniste del suo spot sono 4 ragazze, riprese in un video "casalingo", che danzano sul programma elettorale del candidato: «Made in Italy da tutelare e i mutui da abbassare.

La Turchia non deve entrare». 

Il video

Nessuno sfondo plateale: dietro le ragazze che danzano ci sono raffigurate due grosse schede elettorali con la X sul nome del candidato. "Scrivi Ciocca", si legge. Tra i litemotiv «L'Europa è da svegliare, basta insetti da mangiare» o «mutui da abbassare, immigrazioni da bloccare. In Europa per lottare c’è tutto da ribaltare».

L'idea

Le ragazze, che rispondono ai nomi di Glenda, Carolina, Giulia e Nicole, a quanto viene fatto sapere sono quattro fan del parlamentare europeo, «che seguono Ciocca dalla tenera età - spiegano dallo staff del leghista- . Hanno deciso, in un video pensato proprio per TikTok, di raggiungere i più giovani, per coinvolgerli nella politica, visto che proprio i ragazzi sono la fascia di popolazione più vicina all'astensionismo». Il video, online da oggi, è stato realizzato nelle scorse settimane.

I precedenti

Ma non è la prima volta che l'eurodeputato fa discutere per i suoi comportamenti eccentrici. A marzo, durante il voto sulla direttiva "case green", si è presentato in Aula con fischietto e cartellino rosso (come un arbitro) interrompendo così i lavori parlamentari fra la sorpresa dei colleghi di ogni schieramento. Solo dopo poco, la presidente della seduta lo ha fatto allontanare. «Per ribadire l’opposizione a regole europee che strozzano famiglie e imprese  sul tema case e l’obbligo di ristrutturarle a spese dei cittadini- aveva scritto Ciocca sui social - La Lega al Governo non sarà mai il braccio armato di Von der Leyen. Stesso discorso vale per il voto di oggi sulla direttiva emissioni industriali. Non saremo mai complici di chi vuole uccidere le nostre produzioni e mettere in ginocchio i nostri allevamenti a vantaggio di insetti, carne sintetica e prodotti importati da Paesi terzi».

La sanzione

Proprio a causa dei suoi comportament eccentrici, nelle scorse settimane l'eurodeputato della Lega ha ricevuto due sanzioni dalla presidenza dell'Eurocamera per aver «disturbato i lavori del Parlamento europeo» in due diverse situazioni. Lo aveva comunicato in aula la presidente dell'Eurocamera, Roberta Metsola. La prima durante l'audizione in aula dalla presidente della Bce, Christine Lagarde, quando Ciocca mostrò un cappio durante il suo intervento. E la seconda, proprio per lo show con il cartellino rosso e fischietto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA