Denis Verdini è già a Rebibbia, oggo la condanna definitiva a 6 anni e mezzo

Denis Verdini, crack del credito cooperativo: condanna definitiva a 6 anni e mezzo
3 Minuti di Lettura
Martedì 3 Novembre 2020, 15:23 - Ultimo aggiornamento: 22:51

Diventa definitiva la condanna per l'ex senatore Denis Verdini per la bancarotta dell'ex credito cooperativo fiorentino. L'ex parlamentare si è costituito nel carcere di Rebibbia a Roma. È quanto si apprende da fonti della difesa. Oggi la Cassazione ha confermato la condanna nei suoi confronti a sei anni e mezzo di reclusione nell'ambito del processo per il crac del Credito cooperativo fiorentino.I giudici della Quinta sezione penale della Cassazione, presieduta da Paolo Antonio Bruno, hanno infatti confermato la condanna a più di sei anni inflitta in Appello, ad eccezione di quattro mesi caduti per prescrizione. Una condanna che comporta il carcere per Verdini. I supremi giudici non hanno dunque accolto la richiesta del sostituto procuratore generale della Cassazione Pasquale Fimiani che, nell'udienza di ieri, aveva chiesto per Verdini un nuovo processo d'Appello sollecitando l'annullamento con rinvio per numerosi episodi relativi alla bancarotta.

Tre Renzi e Verdini il patto dei giullari

Denis Verdini, furto nella villa dell'ex deputato: i ladri bruciano la foto del "genero" Salvini con la figlia Francesca

Firenze, Denis Verdini condannato a 4 anni e 4 mesi per bancarotta

Dichiarata la prescrizione, come richiesto anche dalla Procura Generale, per i reati di truffa relativi ai contributi all'editori degli anni 2010-11. L'ex senatore per questa vicenda è stato condannato sia in primo che in secondo grado insieme ad altri 15 imputati: il 3 luglio 2018 la Corte d'Appello di Firenze lo aveva condannato a sei anni e dieci mesi di reclusione, riducendo la pena inflitta in primo grado che era stata di nove anni. Una sentenza che arriva dopo due rinvii dell'udienza davanti alla suprema Corte a causa dell'emergenza coronavirus: inizialmente prevista per lo scorso marzo, l'udienza era slittata prima al 17 luglio e con un nuovo rinvio disposto per poter discutere si è arrivati a novembre.

«L'onorevole Denis Verdini non attenderà alcun provvedimento, affronterà la situazione e si costituirà in carcere». È quanto riferisce il suo difensore, l'avvocato Franco Coppi. «Gli ho comunicato l'esito della sentenza - prosegue il penalista -, e non possiamo nascondere l'amarezza per la decisione che arriva dopo che il pg aveva chiesto un nuovo processo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA