Russiagate, il Cremlino: «Mai dato soldi a partiti italiani, possibile collaborazione con la vostra magistratura»

Martedì 16 Luglio 2019
Matteo Salvini e Vladimir Putin alla cena del 4 luglio scorso a Villa Madama
1
«C'è una base giuridica per la cooperazione che può essere attivata in qualsiasi momento su richiesta delle parti». E' quanto afferma il portavoce di Vladimir Putin, Dmitri Peskov, rispondendo a una domanda su una possibile cooperazione tra Russia e la magistratura italiana nelle indagini sulla vicenda dei presunti finanziamenti russi alla Lega di Matteo Salvini.

Il Cremlino nega inoltre, come aveva già fatto nei giorni scorsi, di aver
«dato sostegno finanziario a partiti o politici italiani». «Come abbiamo già detto - ha affermato Peskov - nessuno di noi dalla Russia ha mai dato sostegno finanziario ad alcun politico o partito politico in Italia. Non c'è nessun dubbio». Del resto affermare il contrario sarebbe stato imbarazzante. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma