Niente fischi per Conte alla festa di Atreju: con lui c'è il figlio

Niente fischi per Conte alla festa di Atreju: con lui c'è il figlio
di Mario Ajello
1 Minuto di Lettura
Sabato 21 Settembre 2019, 12:28 - Ultimo aggiornamento: 12:55

Prima che arrivi il premier Conte alla festa della destra di Atreju, infuria in platea il dibattito: fischiarlo oppure no? Vince il partito del sì. Peró ci sono i moderati che  dicono che l’importante è non applaudire e apparire così rispettosi e democratici. Ma siccome questa scuola di pensiero e in minoranza, sale sul palco La Russa e dice ai presenti: “Non contestartelo, restate in religioso silenzio quando arriva Conte. È il modo migliore per fargli capire che cosa pensate di lui”.  “È come Badoglio!!!!”, è il grido di risposta che arriva da una signora  seduta a metà del tendone dell’evento all’isola tiberina. Poi Conte all'arrivo dice tranquillamente: “Mi fischiano? Va bene, è la democrazia”. Conte, fra l'altro, non è andato da solo alla festa: con lui c'è il figlio: “E il mio turno da papà separato. Quindi mi sono portato Niccolò, non sapevo a chi lasciarlo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA