Calenda presenta Azione: «Cancellare Quota 100 e Reddito. I riformisti? Si sono rammolliti»

Giovedì 21 Novembre 2019 di Mario Ajello
Cancellare Quota 100 e Reddito di cittadinanza. Parte con queste proposte il partito di Carlo Calenda, presentato stamane alla sala sella Stampa Estera. Sul palco di Azione - questo il nome del movimento liberal-progressista - insieme a Calenda l’ex dem Matteo Richetti.

Carlo Calenda: «Ecco il mio partito-scossa per un Paese che non cresce più»

Insieme annunciano tra l’altro che nel coro in Emilia Romagna appoggeranno il centro sinistra di Stefano Bonaccini. Ma a una condizione, dice Calenda:
«Che il Pd non faccia l’accordo con M5S, in quanto i pentastellati sono il male di questo Paese».

L’altra malattia si chiama Lega. Ma molto severo Calenda anche su Renzi:
«Il suo è stato un governo riformista forte. Adesso invece i riformisti, e parlo di tutti, dal Pd a Italia Viva e a Forza Italia, si sono rammolliti. Invece bisogna essere tosti e coraggiosi».

E Azione?
«Noi non saremo un partitino da 2 per cento». L’ambizione è molto più grande. E si basa sulla conoscenza dei temi. Su questo Calenda insiste assai. E sabato 30 novembre al teatro Eliseo ci sarà la prima giornata tematica di Azione. Dedicata, con Walter Ricciardi ed altri super specialisti, alla sanità pubblica: «È stata la grande conquista del welfare state e la stiamo distruggendo».

Azione su tutto, è il grido di battaglia. L’inazione è il nemico. E nel logo del partito calendista - blu e bianco - c’è una freccia. Non destinazione paradiso, come nella celebre canzone di Grignani, ma destinazione futuro. Che è più difficile da raggiungere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani