GIORGIA MELONI

Bibbiano, Giorgia Meloni: «Qui per difendere bambini e famiglie. La sardine? Strumento del Pd»

Domenica 19 Gennaio 2020
Tra i due litiganti si infila Giorgia Meloni e simpatizza per prima. In attesa del "derby di Bibbiano" fra la Lega e le sardine, giovedì prossimo, ci ha intanto pensato la Meloni a fare tappa nella cittadina del reggiano per ricordare - a pochi giorni dal redde rationem del 26 gennaio quando sulle spalle degli emiliano-romagnoli saranno affidati «i destini di diversi milioni di italiani» - che cosa c' è in ballo nella vicenda riguardante lo scandalo degli affidi in Val d' Enza.

Bibbiano, il centro concesso alla Lega dalla Questura, le Sardine in un'altra piazza
Meloni: «Dietro le Sardine c'è il Pd, non sono un movimento spontaneo»


Una visita «senza clamore» questa della leader di FdI ma con un messaggio chiaro, tenuto in mano con un cartello davanti all' insegna della cittadina epicentro dell' inchiesta "Angeli e Demoni": «Siamo stati i primi ad arrivare, saremo gli ultimi ad andarcene». «Nel lungo tour in Emilia-Romagna, Bibbiano non poteva mancare», ha spiegato l' ex ministro tornando a chiedere «verità e giustizia» di fronte alle rivelazioni «di famiglie ingiustamente private dei loro figli perché sui bambini si potessero guadagnare dei soldi». E attacca le Sardine: «Un movimento spontaneo che si mette a fare la guardia bianca degli scandali di Bibbiano è oggettivamente abbastanza distante da quella che dovrebbe essere la partecipazione spontanea». Che cos' è allora? Strumento di Bonaccini, «parte della campagna elettorale del Pd in Emilia-Romagna». E stasera a Bologna il concertone delle Sardine con Marracash, Manuel Agnelli, Subsonica e altre star. © RIPRODUZIONE RISERVATA