Dopo lo scontro sul convegno di Verona, i 5S bloccano il disegno di legge Pillon

Lunedì 1 Aprile 2019 di Alberto Gentili
1
Il senatore Pillon
Dopo lo scontro sul convegno di Verona sulla famiglia e lo scambio di accuse tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i 5Stelle scelgono la linea dura. Il Movimento, alla disperata caccia di consensi per evitare una nuova batosta elettorale alle elezioni europee del 26 maggio, ha deciso di stoppare «tutti i provvedimenti di ultra-destra» portati avanti dalla Lega.

Verona, in 10 mila al corteo pro-famiglie: «Basta utero in affitto»

Così, come ha annunciato oggi il sottosegretario grillino Vincenzo Spadafora, il Movimento comincia dal disegno di legge del senatore leghista Pillon. I 5Stelle archiviano il contestato provvedimento, lo buttano al macero e lanciano un tavolo di confronto con la Lega sul delicato tema. Il segno, come dicono fonti di palazzo Chigi, «che d’ora in poi non lasceremo più passare e ci opporremo a tutte le misure che diano eco ai temi dell’ultra-destra. Noi siamo una cosa diversa e con noi certe misure oscurantiste non passeranno più». Ultimo aggiornamento: 16:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma