CORONAVIRUS

25 aprile, la piazza quest'anno è virtuale: boom di adesioni all'iniziativa #iorestolibero

Mercoledì 8 Aprile 2020
25 aprile, la piazza quest'anno è virtuale: boom di adesioni all'iniziativa #iorestolibero
Piace l'idea lanciata da Carlo Petrini di celebrare il 25 aprile nel solo modo possibile in tempi di quarantena per coronavirus: organizzare una piazza virtuale e una grande raccolta fondi per Caritas e Croce rossa italiana per garantire un tetto e un pasto ai più bisognosi. #iorestolibero è l'hashtag e il nome dell'iniziativa che ha già raccolto l'adesione di 1.500 tra artisti, intellettuali, sportivi, uomini di chiesa e laici, movimenti, associazioni, sindacati. «Non si può far passare una data così importante senza qualcosa di coinvolgente», spiega Petrini. 

L'elenco completo dei firmatari si trova sul sito www.25aprile2020.it e non potrebbe essere più vario: Liliana Segre, Renzo Piano, Francesco Guccini, Jo Squillo, Rita Pavone, Maria De Filippi.

«Il Partito Democratico aderisce all'appello lanciato da Carlo Petrini per celebrare sui social il 25 Aprile, la Festa della Liberazione dal nazifascismo. Una grande piazza digitale e virtuale per unire l'Italia nel nome della democrazia, della libertà e di un futuro migliore per tutti. Ne abbiamo bisogno. #iorestolibero», ha annunciato oggi su Facebook il leader Pd Nicola Zingaretti.

La piazza virtuale ha subito innescato l'attacco dell'estrema destra: «Bellissimo il 25 aprile virtuale, dovrebbero farlo tutti gli anni. Si vedono su zoom, Gad Lerner, Saviano, e festeggiano», ha detto all'Adnkronos il leader di Casapound Simone Di Stefano.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani