Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucraina, il gesto di Sting contro la guerra: una nuova versione di "Russians" aprirà i concerti

Ucraina, il gesto di Sting contro la guerra: una nuova versione di "Russians" aprirà i concerti
2 Minuti di Lettura
Giovedì 31 Marzo 2022, 10:55

Il musicista e compositore britannico Sting aprirà i prossimi concerti del suo tour con una nuova versione della canzone "Russians". Il brano fu scritto nel 1984 durante la Guerra Fredda ed è il quarto singolo dell'album "The Dream Of The Blue Turtles". "Russian" oggi per il cantautore diventa un invito a fermare il conflitto in Ucraina.

"Non avrei mai pensato che sarebbe stata rilevante dopo la caduta del Muro, ma sfortunatamente sembra molto rilevante", ha detto Sting. "Ho assunto due violoncellisti dall'Ucraina che suoneranno la canzone in segno di solidarietà con me. Non so cos'altro posso fare... è una canzone, non penso che possa cambiare qualcosa, ma la risposta è stata molto positiva".

La nuova versione della ballata prevede dunque l'introduzione di due violoncellisti ucraini che suoneranno sul palco insieme a lui. In risposta all'invasione, Sting aveva rilasciato una versione con accompagnamento di chitarra e violoncello su tutte le piattaforme digitali. Secondo la sua direzione, l'utile netto andrà a un fondo di aiuti umanitari per l'Ucraina.

Ballerina ucraina fuggita da Kiev ora insegna a Milano: «Per scappare ho detto a mio figlio che era un gioco»

© RIPRODUZIONE RISERVATA