Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Travis Barker, il batterista dei Blink-182 ricoverato d'urgenza in ospedale. La figlia: «Pregate per lui»

Ieri mattina la moglie Kourtney Kardashian lo ha portato in una clinica ma i medici lo hanno subito trasportato in ambulanza in ospedale

Travis Barker, il batterista dei Blink-182 ricoverato d'urgenza in ospedale. La figlia: «Pregate per lui»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Giugno 2022, 11:23 - Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 18:12

Paura per Travis Barker, il 46enne batterista dei Blink 182 è stato portato d'urgenza in ospedale a Los Angeles

Secondo TMZ, ieri mattina Travis e la moglie Kourtney Kardashian – sposata lo scorso mese a Portofino - si sono presentati alla clinica West Hills per un problema di salute del batterista ma pare che i medici della struttura abbiano ritenuto opportuno trasferire l'artista in ambulanza, al centro medico Cedars-Sinai per ulteriori controlli.

Trevis Barker ricoverato in ospedale, come sta?

Per ora non si sanno ancora i motivi del ricovero ma i fan sono in allarme. La figlia di Travis, Alabama Luella Barker, ha fatto preoccupare moltissimo i fan di Travis con una storia su Instagram in cui ha scritto: «Per favore, mandateci le vostre preghiere». Nella giornata di ieri lo stesso Barker aveva twittato «God save me» (Dio mi salvi), ma non è chiaro se facesse riferimento ai problemi di salute o al brano omonimo di Machina Gun Kelly, tratto dall’album Mainstream Sellout, prodotto dal membro dei Blink-182. Nel testo dipendenza e droghe sono le protagoniste.

Non anni facili questi per il batterista che ultimamente è finito in ospedale per un coagulo di sangue nelle braccia, per un’infezione da stafilococco e, nel 2008, è sopravvissuto con ustioni di terzo grado a un incidente aereo in cui sono morte sei persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA