Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tahlia McGrath, giocatrice positiva al Covid scende in campo (con la mascherina) nella sfida Australia-India di cricket: è polemica

Al momento della vittoria la giocatrice è anche corsa ad abbracciare le compagne di squadra per festeggiare insieme

Australia giocatrice positiva scende in campo al torneo internazionale di cricket: scoppia la polemica
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 13:59 - Ultimo aggiornamento: 14:21

Polemica alla finale dei Giochi del Commonwealth a Brimingham (Gran Bretagna): Tahlia McGrath, giocatrice di Cricket australiana è risultata positiva al Covid ma è stata comunque autorizzata a disputare la gara contro l'India con la sua squadra. Una decisione che ha suscitato forti polemiche contro le direzioni sportive australiane. In molti hanno ricordato il rigido protocollo che l'Australia applicò in occasione del campionato di tennis, impedendo al tennista Novak Djokovic di giocare gli Australian Open in quanto non vaccinato, nonostante non avesse il Covid.

La giocatrice è positiva ma scende in campo 

Tahlia McGrath, giocatrice di Cricket australiana è risultata positiva al Covid la mattina prima della gara. Nonostante questo, la commissione l'ha autorizzata a giocare: pur non potendo sedersi in panchina accanto agli altri compagni di squadra, e indossando tutto il tempo la mascherina, l'atleta ha lanciato e battuto nella partita contro l'India, riuscendo a parare una palla cruciale che è stata decisiva per la vittoria della medaglia d'oro.

Quando la squadra ha vinto però non ha resistito: è corsa ad abbracciare i suoi compagni di squadra per festeggiare insieme, (indossando la mascherina) un gesto che ha infiammato ancora di più le polemiche nei social. 

Se la partita fosse stata giocata in Australia, McGrath sarebbe stata costretta a isolarsi per sette giorni. Ma nel Regno Unito, dove le regole di isolamento sono diverse, la McGrath ha potuto giocare. Si ritiene che sia la prima giocatrice nota ad avere il Covid a prendere parte a una partita internazionale di cricket.

Omicron e vacanze, dove crescono i contagi? Dalla Grecia alla Spagna tutti i numeri e le restrizioni: a Cipro tornano le mascherine al chiuso

Scoppia la polemica 

La decisione di far giocare Tania ha scatenato numerose polemiche sui social. In primo luogo perchè un altro atleta, l'indiano Aneesh Kumar Pillai è stato bandito dalla finale del Commonwealth a Birmingham dopo essere risultato positivo al Covid-19. Il virus è stato raccolto da un tampone casuale - ed era asintomatico - ma la Commonwealth Games Federation ha detto che non poteva partecipare. 

Numerose le accuse mosse all'Australia, tra cui quella di razzismo: «Quanto sono razzisti. Immagina che accada lo stesso con qualsiasi giocatore asiatico che non avrebbero permesso affatto» ha detto un utente su Twitter. «Se fosse successo lo stesso con la squadra asiatica, la partita sarebbe stata abbandonata e gli avversari avrebbero ottenuto l'oro» ha scritto un altro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA