Sophia Kianni, chi è la "nuova Greta Thunberg" che ha parlato alla Cop27

Sophia Kianni è un'attivista per l'ambiente iraniano-americana che studia scienza del clima e politiche pubbliche alla Stanford University

Cop 27, l'erede di Greta Thunberg: chi è Sophia Kianni, attvista per il clima americana
4 Minuti di Lettura
Martedì 15 Novembre 2022, 13:48

Mentre Greta Thunberg si rifiuta di parlare a Sharm El Sheik definendo la Cop27 "greenwashing" un'altra attivista prende il suo posto nell'accusa ai leader mondiali.  È Sophia Kianni, 20 anni, attivista americana, ex coordinatrice di Fridays For Future (il movimento di Greta) e oggi tra i giovani "advisor per il clima" presso il segretario generale dell'Onu. 

«Dicono una cosa, ne fanno un'altra. Stanno mentendo» ha detto Kianni nel suo discorso alla Cop27 riferendosi ai leader mondiali. Un attacco in "perfetto stile Greta" tanto che è già stata ribattezzata dalla stampa come possibile erede dell'attivista svedese, anche per la sua influenza tra i più giovani. Ecco chi è.

Sophia Kianni chi è la nuova Greta

Sophia Kianni è un'attivista per l'ambiente americana con origini iraniane,che studia scienza del clima e politiche pubbliche alla Stanford University. È la fondatrice di "Climate Cardinals", un'organizzazione no profit con 8.000 volontari in oltre 40 paesi che lavorano per tradurre informazioni sul clima in oltre 100 lingue.

Nel luglio 2020, Kianni è stata nominata dal Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres membro del suo nuovo Youth Advisory Group on Climate Change, in cui è il membro più giovane e rappresenta gli Stati Uniti e il Medio oriente.

 

Cop 27, Meloni: l'Italia farà la sua parte. Bilaterale con Al Sisi: forte attenzione su casi Regeni e Zaki

L'attivismo con Extinction Rebellion, l'associazione dei blitz nei musei 

Secondo quanto ha raccontato in diverse interviste, la preoccupazione per l'ambiente nasce durante una vacanza nella terra di sua nonna, l'Iran. Guardando il cielo notturno si è resa conto che le stelle erano invisibili a causa dell'inquinamento e ha capito che voleva fare qualcosa.  

Durante la scuola superiore negli Stati Uniti ha partecipato a diverse proteste ed è entrata in Fridays for Future, organizzando lo sciopero per il clima del Black Friday del 2019. Lo stesso anno si è presa un anno di pausa dalla scuola diventando National Strategist per Fridays for Future. Nel febbraio 2020 è stata nominata portavoce di Extinction Rebellion.   

Nel dicembre 2021, Kianni è stata nominata una delle " 21 under 21" di Teen Vogue per il suo attivismo climatico. I suoi articoli sono stati presentati su Forbes, CNN, Business Insider, BBC, The Guardian, NBC e Washington Post. Ha tenuto discorsi in diverse università, tra cui la Columbia University, la UC Berkeley, la Emory University e la Harvard University.   

Novembrata in arrivo, cambia (di nuovo) il meteo: picchi di caldo fino a 27 gradi, in particolare sulle isole

Il discorso alla Cop 27 

«Dicono una cosa, ne fanno un'altra. Stanno mentendo» ha detto nel suo discorso a Cop 27. «Che linguaggio dobbiamo usare per farvi agire? L'unica ragione per cui non state facendo nulla è che non avete le informazioni, perché se aveste le informazioni corrette, sarebbe impossibile non agire. Abbiamo bisogno che i leaders smettano di mentire». 

Cop 27, Rottigni (Intesa Sanpaolo): finanziamento all'agrobusiness è una nostra priorità

© RIPRODUZIONE RISERVATA