Sabrina Salerno, rivelazione a Domenica Live: «Ho fatto il test del Dna, avevo bisogno di verità»

Domenica 11 Ottobre 2020 di Eva Carducci
Domenica Live, Sabrina Salerno: «Io, abbandonata da mio padre, ho fatto il test del Dna per ritrovarlo»

Una delle icone degli anni ’80, sogno proibito di una generazione, la cantante di Boys Boys Boys, Sabrina Salerno, è intervenuta questo pomeriggio da Barbara D’Urso a Domenica Live per raccontare la ricerca del padre biologico, le nozze e il suo passato televisivo, fra Mediaset e il Festival di Sanremo.

LEGGI ANCHE Sabrina Salerno, in Spagna una squadra di calcio con il suo nome: «In aeroporto crollavano le vetrate per me»

 

 

«Tendo sempre a guardare avanti, non mi soffermo mai sul passato» racconta Sabrina Salerno mentre riguarda i suoi successi televisivi, come le collaborazioni con Sandra Mondaini e Raimondo Vianello: «Avevo molta confidenza con Sandra, aveva il dono di guardare dentro le altre persone, senza malizia e cattiveria». La carrellata di ricordi è proseguita poi con Loredana Bertè e Raffaella Carrà, e il medley che le tre showgirl hanno cantato insieme, fino alla partecipazione della Salerno al Festival di Sanremo con Amadeus:  «Con Raffaella Carrà ho condiviso anche esperienze lavorative, in Italia e Spagna. È unica, è la Carrà».

La chiacchierata con la D’Urso si è spostata poi verso tematiche più personali. Come raccontato in una precedente intervista a dodici anni Sabrina Salerno ha alzato il telefono e chiamato il padre biologico, che non conosceva: «Ero delusa, mi aspettavo un papà diverso, più maturo, ma avevano solo diciotto anni i miei genitori quando mi hanno messo al mondo. Da quella telefonata sono cambiate molte cose, il rapporto non si è mai più ricostruito fino a quando non ho preso la decisione di fare il test del DNA, e di essere riconosciuta. Ho conosciuto anche mia sorella, e mi sembrava giusto formalizzare questo rapporto. Sono una donna molto orgogliosa, non lo avrei mai fatto se non fossero accadute cose personali. Avevo bisogno di verità, volevo togliere questo dubbio, anche se sono la sua fotocopia. Non è bello vivere nelle incertezze, e volevo dare un esempio anche agli altri». 

Un evento particolare però le ha fatto capire che era ora di cambiare le cose: « Lo scorso anno, il giorno del mio compleanno, ho avuto un’illuminazione, un sesto senso, ho sentito che dovevo far pace con lui, nonostante il rifiuto che ho sempre vissuto. Ero in Francia e l’ho raccontato al mio autista, che mi conosce da anni e con cui mi confido, ha quasi inchiodato alla notizia. La reazione non è stata subito meravigliosa da parte di mio padre, ma dopo è stato finalmente rilassante e piacevole. Ho conosciuto tutta la famiglia, abbiamo iniziato dopo tantissimi anni ad avere un rapporto, anche grazie a mia sorella. Purtroppo un rapporto durato pochissimo, perché lui è venuto a mancare, improvvisamente. La vita ti sorprende sempre, non esistono le coincidenze».

Situazione diversa quella sentimentale, a quasi trent’anni di matrimonio con il marito Enrico Monti: «Con mio marito non è stato colpo di fulmine, ci eravamo conosciuti a una cena tempo prima, ma non era scattata la scintilla. Stiamo insieme da quasi trent’anni adesso».

Grande sodalizio artistico invece quello con Jo Squillo, che ha registrato un messaggio per l’amica e collega:  «Abbiamo dato uno scossone al sistema maschilista, abbiamo alzato la voce alle donne e abbassato la vista a alcuni uomini. Abbiamo fatto della diversità la nostra forza amica mia. Siamo donne forti, che sanno fare la spesa e la rivoluzione. Spero di averti ancora al fianco per la battaglia in difesa dei diritti delle donne» a cui la Salerno ha risposto: «Il nostro è stato un grande contributo femminile. Cantare oltre le gambe c’è di più, nel ’91, non era una cosa scontata. Non lo è neanche oggi. C’è sempre tanto da fare, e noi siamo ancora in prima linea». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche