Robbie Williams, «i fantasmi nelle stanze». La star inglese rivende la tenuta di campagna

«Una tragedia è rimasta impregnata nelle pareti di una camera da letto»

Robbie Williams, «i fantasmi nelle stanze»: la star inglese rivende la tenuta di campagna
di Chiara Bruschi
4 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Gennaio 2022, 22:50 - Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio, 18:02

LONDRA Dopo tre tentativi andati a vuoto, Robbie Williams è riuscito finalmente a vendere la sua lussuosa tenuta di campagna nella contea di Wiltshire, Inghilterra occidentale tra Bath e Southampton. E lo ha fatto accettando una somma più bassa di quella che aveva speso nel 2009. Dopo averla pagata 8,5 milioni di sterline undici anni fa, ora l’ha venduta per 6,75 milioni, ovvero 1,35 milioni in meno del prezzo originario. Non certo una benedizione, dal punto di vista economico. 

«PARETI IMPREGNATE DI DOLORE»

E infatti il cantante è convinto che sia stregata. «C’è una stanza in particolare che mi ha sempre insospettito – aveva detto lo scorso anno mentre, nonostante il boom immobiliare del mercato inglese, questa magione continuava a rimanere invenduta –. Mi faceva venire la pelle d’oca. Nostra figlia Teddy dormiva in quella camera ma poi l’abbiamo spostata». Era stata proprio la figlia a manifestare una sensazione di paura e disagio: «Quella stanza mi spaventa – aveva detto al padre – Non mi piace questa casa». 
E così il cantante senza esitazioni aveva ammesso che spaventava anche lui. «Non dovrai più dormirci», le aveva detto per rassicurarla. Un pensiero che è ben radicato nella mente della star inglese: «Se c’è stato un grande dolore o una tragedia, credo che questa possa rimanere impregnata nelle pareti e lasciare un’”essenza” per molto molto tempo», aveva raccontato. L’acquisto era stato fatto «d’impulso», per sua stessa ammissione. Appena vista l’ha da subito ritenuta perfetta per far crescere la sua numerosa famiglia. E non si può certo dire che qui non sia stato felice, visto che insieme alla moglie Ayda ha visto nascere i suoi quattro figli. 

La prima volta che il cantante ha deciso di metterla sul mercato, l’ha presentata così: «Compton Bassett House – questo il nome della casa che ha sette camere da letto e si trova su una tenuta di 28 ettari - è stata un luogo perfetto per la nostra famiglia. È dove Ayda e io ci siamo innamorati veramente, messo radici come coppia e sognato la nostra futura famiglia». E poi aveva aggiunto come «i giardini e gli alberi» li avessero «stregati con la loro magia». Costruito originariamente come una stalla a fine Seicento, l’immobile era stato convertito ad uso abitativo nel 1929 ed era stato poi rinnovato nel 1998. Dopo averla comprata il cantante aveva aggiunto un campo da calcio, un cinema privato, e una pista per quad. Ci sono poi campo da tennis, spa, palestra, piscina coperta e sauna. C’è poi una pista per l’atterraggio di elicotteri e due appartamenti per lo staff. 

ALTRE “VISIONI”

Robbie Williams non è l’unica celebrità ad aver ammesso di credere ai fantasmi: Jennifer Aniston ha raccontato di aver avuto vissuto in un appartamento infestato a Los Angeles, quando si era appena trasferita. Nella casa accadevano cose «spaventose»: la lavastoviglie e la macchina del caffè si accendevano improvvisamente, mentre lo stereo partiva a tutto volume. Così, su consiglio di un’amica, aveva chiamato un’esperta che con un rito fatto di formule e incenso, riuscì a parlare col fantasma che, a quanto pare, non sopportava la coinquilina dell’attrice. «Non ho avuto il coraggio di dirglielo – aveva raccontato – così me ne sono andata io». 

Miley Cyrus ha invece avuto un’esperienza «spaventosa» in un appartamento affittato a Londra, dove aveva trascorso alcune notti con la famiglia per poi chiedere di essere spostati in un altro. La cantante, che faceva solo brutti sogni, era stata svegliata di soprassalto dalle urla della sorella che, nella doccia, si era ritrovata sotto un fiume di acqua bollente senza aver azionato il rubinetto. Poco prima, la stessa Cyrus si era convinta di aver visto un bambino cantare sul lavandino mentre la fissava. Per l’ex Take That, quindi, una liberazione. Nel frattempo può contare sulle altre sue “modeste” proprietà: la maggior parte dell’anno con la famiglia nella villa da 24 milioni che si affaccia sul Lago di Ginevra in Svizzera. Possiede inoltre una villa a Beverly Hills e una in centro a Londra, nel rinomato e pittoresco quartiere di Notting Hill, del valore 17 milioni di sterline. 

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA